Al via alle richieste per il bonus bollette: ecco come averlo subito e in poche mosse

Al via alle richieste per il bonus bollette: ecco come averlo subito e in poche mosse. Quali sono i prerequisiti e chi può richiederlo

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Il caro-vita ci ha reso la vita decisamente impossibile. Tutti gli aspetti della quotidianità si sono fatti straordinariamente cari. Molte famiglie, anche molto lontane dal reddito basso, rischiano per la prima volta di sfiorare la soglia della povertà. Per quanto possa sembrare assurdo infatti, persino fare la spesa è diventato un lusso che solo poche persone possono effettivamente permettersi. Nei supermercati basta fare un giro per accorgersi di questo cambiamento poco piacevole. In più, sembrano essersi dileguate le offerte, che non riescono più a coprire neppure i prodotti di base.

Altro aspetto che preoccupa enormemente è il caro energetico, sancito dalla crisi energetica. La guerra in europa infatti ha messo in seria discussione il nostro rifornimento energetico.

Bonus bollette, quali soni i prerequisiti per richiederlo. Ecco come fare

Per molti, quello che arriverà, sarà un inverno freddo. E non tanto per le temperature, destinate a farsi sempre più estreme, vista anche la condizione di inquinamento del globo, ma per i costi del riscaldamento. E’ evidente, dopo la stangata di Ottobre, che in pochi potranno permettersi un uso pieno dei riscaldamenti. E, tra l’altro il recete decreto cingolani lo impedisce, accorciando di quindici giorni la stagione del riscaldamento autonomo e imponendo l’abbassamento di un grado delle temperature consentite.

Buone notizie tuttavia per gli ambitanti della basilicata, che avranno a loro disposizione dei fondi per poter più liberamente usufruire dell’apporto termico. Proprio in vista del crescente prezzo delle utenze domestiche, è stato deciso che dal 10 Ottobre- ossia gli ieri- i cittadini lucani potranno far affidamento su un bonus bollette.

Dovranno compilare un modulo reso pubblico ieri, assieme all’uscita del bando. Il tempo, tuttavia, stringe: solo cinque giorni di tempo per assolvere a tutte le incombenze.  Da non dimenticare l’autocertificazione, da compilare con il modulo. L’autocertificazione va compilata con i dati anagrafici del richiedente ( ad ora la misura è attiva solo per i singoli cittadini e non per le imprese). Non dimentichiamoci inoltre le indicazioni sul contatore del gas: la società che fornisce il gas, il codice del cliente, il numero del contatore e quando è avvenuta l’ultima lettura del gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.