Se vuoi funghi sempre freschi, ho qui un sistema che ti piacerà da matti

L’autunno è la stagione per eccellenza non solo delle castagne ma anche dei funghi, e se ne vai pazzo e vorresti averli sempre freschi, ecco il sistema infallibile di cui non potrai fare a meno.

funghi porcini
Funghi porcini (Canva)

Andare a funghi è una delle attività che di sicuro animano il mese di autunno, così come raccogliere le castagne o le pigne. Non c’è scusa migliore che uscire e fare una bella passeggiata in mezzo ai boschi se non quella di raccogliere i funghi che il terreno ci offre, soprattutto se ne siamo ghiotti!

E se anche tu impazzisci per i funghi, ti sarà sicuramente capitato di raccoglierne troppi e poi magari di buttarli perché andati a male. Ma se vuoi evitare che ciò accada perché soffri al solo pensiero, ecco un sistema geniale per mantenere i funghi sempre freschi. Scopriamolo insieme.

Vorresti avere i funghi sempre freschi? Con questo sistema è realtà

funghi freschi
Funghi freschi da utilizzare in cucina (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Se sei un amante dei funghi porcini allora non ti accontenterai di mangiarli solo durante questo periodo dell’anno, perché vorrai  assaporarne l’inconfondibile gusto anche in qualsiasi momento e stagione. E per farlo non devi per forza sognare, perché i funghi li puoi conservare tanti modi per averli sempre a portata di mano. I principali sono i seguenti:

  1. Sott’olio
  2. Essiccati
  3. Sott’aceto
  4. In polvere
  5. Congelati (crudi o cotti)

Partendo dalla prima modalità e andando avanti, i funghi porcini sott’olio offrono una soluzione davvero pratica per consumarli come condimento o antipasto. Pensa ad esempio alla pizza fatta in casa: che prelibatezza condirla con i tuoi funghi porcini sott’olio! Altra possibilità è conservare i funghi porcini facendoli essiccare. Da questa scelta è possibile trarre dei vantaggi perché si possono mantenere inalterate le loro proprietà e qualità. Se hai in casa un essiccatore per funghi è davvero molto semplice, specialmente se i funghi che hai raccolto sono tanti.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Così come i funghi sott’olio, allo stesso modo puoi conservare i funghi porcini sott’aceto. Per la conservazione puoi optare anche per chiodi di garofano e foglie d’alloro. In questo modo i tuoi funghi acquisteranno un aroma davvero squisito. Altrimenti, puoi avere sempre a disposizione i tuoi funghi in una diversa consistenza: in polvere. In questo modo potrai insaporire in un batter d’occhio il piatto con il quale hai voglia di sentire sul palato il sapore dei funghi. Non devi fare altro che far essiccare i funghi e poi utilizzare un frullatore per ridurli in polvere. Vedrai che ogni piatto diventerà una squisitezza!

Infine, la soluzione più semplice è congelare i funghi, sia crudi che cotti. Nel primo caso pulisci i funghi dalla terra aiutandoti con un coltello, poi pulisci il gambo e il cappello con uno straccio leggermente umido. Avvolgi uno ad uno i funghi in un sacchetto per surgelati e per sicurezza scrivi su un’etichetta la data del processo. Puoi anche metterli tutti nello stesso sacchetto se sai che andrai a utilizzarli tutti in una volta.

Nel secondo caso, invece, dopo aver cotto i funghi mettili all’interno di piccole vaschette da freezer e quando ne hai bisogno prelevali e utilizzali a tuo piacimento. Anche se sono già cotti cucinali con aglio, olio e un pizzico di sale per 15-20 minuti dopo averli tirati fuori. Dopo di che cucinali come più preferisci. Ora che conosci tutti i modi per assicurarti dei funghi sempre freschi, non dovrai più farne a meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.