10 trucchi per risparmiare energia in casa: alcuni non li indovinerai mai

Vediamo i 10 consigli pratici forniti dagli esperti per risparmiare energia in casa, qualche trucco per ridurre i costi delle bollette.

consumi energetici casa
Risparmio energetico in casa (Canva)

Risparmiare energia elettrica è diventato un obiettivo comune, per non gravare troppo sui consumi della casa e per alleggerire il peso delle bollette. Evitare di sprecare energia elettrica non solo giova alle nostre tasche, ma fa bene anche all’ambiente. Per non impattare troppo, occorre mantenere alcune corrette abitudini e seguire una forma di consumo sostenibile.

Ma come si può risparmiare energia in casa? Esistono diversi trucchetti, più che altro si tratta di buone abitudini green. Gli esperti dispensano consigli preziosi per ottenere un buon risparmio sulle bollette. Certo, i prezzi dell’energia, in questo momento storico, sono alle stelle, e bisogna tener conto quattro elementi imprescindibili:

  • Servizi di vendita
  • Servizi di rete
  • Oneri di sistema
  • Imposte

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM

I consigli per risparmiare sull’energia domestica, riducendo le bollette

risparmio elettricità casa
Stretta sui consumi elettrici (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Per prima cosa, occorre affidarsi a gestori seri con una buona offerta di luce, adatta al proprio stile di vita. Quindi, la scelta del gestore è importante. Ma oltre a questo, bisogna adottare alcune importanti abitudini per evitare sprechi energetici. Cosa consigliano gli esperti?

Lo abbiamo ripetuto tantissime volte, bisogna evitare i consumi in stand by. Molti elettrodomestici in casa, infatti, nonostante siano spenti, continuano a consumare energia. Si tratta di quelli con la lucina rossa che indica lo stand by, ossia il riposo. TV, cordless, forno a microonde o alimentatori.

Insomma tutti quei dispositivi elettrici che hanno luci accese, non solo la spia rossa, ma anche l’orologio. Meglio staccare completamente questi elettrodomestici, così come è un bene prediligere dispositivi a basso a consumo. Cosa significa? Significa scegliere elettrodomestici di classe superiore, almeno di classe A+, capaci di consumare meno e di essere maggiormente efficienti. Questi riescono a ridurre anche il 45% dei consumi.

Come tenere sotto controllo i consumi energetici domestici

risparmiare energia elettrica consigli
Dispositivo di controllo energetico (Canva)

Un altro consiglio per abbattere gli sprechi energetici è quello di affidarsi a dispositivi smart e a timer. Possiamo programmare l’accensione e lo spegnimenti dei dispositivi più moderni. E ancora, si devono utilizzare le lampadine al LED, più luminose e a minore impatto rispetto a quelle tradizionali, inoltre sono più sicure e affidabili.

Altra accortezza è la rinuncia a dispositivi superflui. Tuti in casa possiedono elettrodomestici quasi inutili, che non vengono quasi mai utilizzati. Telefoni fissi cordless, sveglie digitali o altro, bé, meglio rinunciarvi, se non si utilizzano. Se si sfrutta la tariffa bioraria, bisogna sfruttarla, rispettando gli accordi con gestore.

Inoltre, meglio controllare sempre l’utilizzo di lavatrice e di lavastoviglie, accendendole solo in determinate situazioni, quindi a pieno carico e con le giuste temperature. Stessa cosa per quanto riguarda il frigorifero, da tenere alla giusta temperatura e lontano da fonti di calore. Infine, munirsi di un misuratore di energia elettrica è un valido aiuto per tenere sotto controllo i consumi domestici. In commercio se ne trovano di tutti i tipi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.