Il caffè non è solo energizzante, anzi può anche aumentare la stanchezza in questo caso

Di solito ci si sente più carichi dopo la sua assunzione, invece il caffè può aumentare la stanchezza. Come e quando ci potrebbe capitare proprio questo.

Il caffè può aumentare la stanchezza
Il caffè può aumentare la stanchezza (Foto Canva – Inran.it)

Il caffè può aumentare la stanchezza. Risulta difficile da credere, eppure è così. Ed a sostenerlo sono biologi nutrizionisti e ricercatori del settore, dopo avere composto degli appositi studi. Questa bevanda è da sempre nota invece per sortire l’effetto contrario, grazie per l’appunto al suo apporto di caffeina.

Tale alcaloide, in condizioni normali, esercita un effetto stimolante sul fisico e ci trasmette un surplus di energia. Però alcuni individui possono avvertire sul loro fisico delle conseguenze del tutto diverse. In questi casi su di loro il caffè può aumentare la stanchezza, oppure non sentire affatto alcuna conseguenza.

Ovviamente c’è una spiegazione a tutto questo. Come detto, in condizioni di normalità, la caffeina fa da energizzante e stimolante, lavorando sul sistema nervoso simpatico ed accelerando sia il battito del cuore che l’afflusso sanguigno ai muscoli.

Il caffè può aumentare la stanchezza, le situazioni di troppa debolezza

Una tazza di caffè e dei chicchi
Una tazza di caffè e dei chicchi (Foto Canva – Inran.it)

Di contro si ha invece una riduzione di sangue nell’apporto di quest’ultimo sia agli organi interni che alla pelle. E frena anche il convergere di zuccheri nel sangue. La stanchezza successiva alla assunzione di caffè avviene per ciò che succede con la adenosina. Si tratta di una sostanza prodotta nel sistema nervoso centrale e che è responsabile del corretto funzionamento del nostro orologio biologico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Mangiare frutta dopo un pasto fa bene o fa male? Facciamo un po’ di chiarezza

Da svegli, l’adenosina ci induce alla sonnolenza, per via dei suoi livelli in eccesso nel fisico. Durante il sonno tali livelli invece calano. Ad interferire con l’adenosina c’è, tra gli altri, proprio la caffeina, che ne blocca i recettori anche se non la produzione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Quali dolci natalizi può mangiare chi soffre di diabete: tutte le linee guida per stare bene

Come conseguenza si ha un accumulo della adenosina e quindi della stanchezza. In aggiunta a ciò, i depositi di caffeina all’interno dell’organismo provocano disidratazione ed anche in questo caso della stanchezza ulteriore, come conseguenza dell’effetto diuretico apportato. E non finisce qui.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Perché dovresti sempre bere un bicchiere di acqua quando ti alzi al mattino

Pure l’aggiunta di zucchero è una possibile fonte di origine della stanchezza in seguito all’avere bevuto caffè. Gli zuccheri vengono processati molto velocemente rispetto alla caffeina, e questo porta a dei picchi glicemici.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

In alcune situazioni anche il bere troppo caffè porta ad una sorta di assuefazione con il manifestarsi dell’effetto inverso. Anziché sentirsi più energici ci si sentirà più fiacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.