Puoi comprare una casa senza mutuo e senza prestito | La soluzione alla portata di tutti

Qual è un metodo molto in voga in ambito immobiliare sul come comprare casa senza mutuo. Vale la pena pensarci su.

Una coppia che ha appena acquistato una casa
Una coppia che ha appena acquistato una casa (Foto Canva – Inran.it)

Comprare casa senza mutuo, come si può fare? Quando c’è l’intenzione di acquistare una nuova abitazione la prassi vuole che si debba procedere per forza di cose con il richiedere un prestito alla banca. Ed anche se si è un buon contribuente e si ha a disposizione una entrata mensile sicura, l’istituto di credito potrebbe però non essere soddisfatto della cosa.

Magari per via di un prestito ulteriore già in corso, o per altri motivi. Fatto sta che comprare casa senza mutuo sembra essere proprio una impresa impossibile. In realtà ci sono delle alternative, tra le quali per l’appunto quella che ci potrebbe consentire di comprare casa senza mutuo e senza richiedere alcun prestito.

Si tratta della vendita con riserva di proprietà, regolamentata da una apposita serie di norme del Codice Civile, che vanno dalla 1523 a seguire. Questa particolare modalità di procedere con l’acquisto di un immobile viene messa in atto proprio in circostanze specifiche e del tutto peculiari.

Comprare casa senza mutuo, conviene in questo caso

Affare concluso per l'acquisto di una casa
Affare concluso per l’acquisto di una casa (Foto Canva – Inran.it)

La impossibilità ad avere accesso ad un mutuo rappresenta uno di questi casi. La vendita con riserva di proprietà in realtà non si applica solo al discorso legato all’acquisto di una casa ma in generale di qualsiasi bene di consumo oppure di uno strumento produttivo, che però non è possibile comprare fin da subito. Allora si procede con un pagamento a rate soggetto a dei precisi vincoli presi di comune accordo tra le parti interessate.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO ARGOMENTO: Hai tempo fino al 31 dicembre per ricevere il bonus PostePay: come funziona e come fare richiesta

Nel frattempo però tale bene o strumento diventa già fruibile dal compratore, ma la proprietà dello stesso rimarrà comunque del venditore fino a quando tutte le rate non risulteranno versate. E questa soluzione offre garanzie quindi sia a chi compra che a chi vende. In caso di insolvenza infatti il venditore potrà subito riprendersi quel che è suo.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO ARGOMENTO: Quando rifare l’ISEE per non perdere agevolazioni e bonus: mancano pochi giorni

Esistono anche degli ulteriori aspetti che hanno il compito di normare la procedura ed il suo corretto svolgimento fino al completamento degli accordi presi. Per esempio ci sono pure delle forme di tutela nel caso di mancato pagamento di una rata.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO ARGOMENTO: Kate Middleton si ubriaca: nuova bufera nella famiglia reale inglese | Accuse molto pesanti

Cosa che riguarda una parte che non sia superiore all’ottava parte del prezzo totale. In questo caso non si può procedere con lo scioglimento del contratto.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Il discorso cambia con due o più rate che restino comunque inferiori alla sopra citata ottava parte del computo complessivo da versare al venditore. In questa situazione sarà compito di un giudice stabilire quale sarà la maniera più consona da seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.