Quali sono i cibi che aumentano il senso di sazietà e come integrarli nella tua dieta

Inserire i cibi che aumentano il senso di sazietà all’interno di quel mangiamo ogni giorno è un qualcosa di estremamente salutare ed è consigliatissimo.

Una donna che mangia dei cibi sani
Una donna che mangia dei cibi sani (Foto Canva – Inran.it)

Cibi che aumentano il senso di sazietà, quali sono? Conoscerli è importante, perché la loro integrazione con costanza in quelle che sono le nostre abitudini alimentari ci potrà essere di grande aiuto nel tenere sotto controllo la quantità di cose che mangiamo ogni giorno. E questa cosa si riflette di conseguenza in maniera diretta e positiva anche sul controllo del proprio peso corporeo.

I cibi che aumentano il senso di sazietà hanno in più il vantaggio di essere sani e naturali. E riusciranno anche ad apportare degli effetti benefici al nostro sistema digerente, regolarizzando il lavoro dell’intestino e facendoci sentire poi più leggeri nel corso per l’appunto dei processi digestivi.

C’è una lista di cibi che aumentano il senso di sazietà e che si consiglia di inserire all’interno della nostra routine alimentare. Tutti alimenti ottimi da potere inserire negli spazi che comunemente dovremmo riservare allo spuntino di metà mattinata od alla merenda, oppure come contorno, o anche in primi e secondi piatti.

Cibi che aumentano il senso di sazietà, ci saziano e non ci gonfiano

La scritta Fibre con frutta e verdure
La scritta Fibre con frutta e verdure (Foto Canva – Inran.it)

Quali sono questi cibi che aumentano il senso di sazietà? Si tratta di:

  • mele;
  • avocado;
  • mandorle;
  • tè verde;
  • tofu;
  • patate;
  • legumi;
  • brodino e verdure a foglie verdi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Buon vino fa buon sangue: falso mito o verità? È arrivato il momento di scoprirlo

Come fanno questi cibi a conferirci un senso di sazietà? È grazie alle fibre delle quali sono ricchi, ed anche di altre sostanze fondamentali come vitamine e minerali vari. Senza considerare poi il basso contenuto a livello calorico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Quali sono i cibi che non fanno ingrassare: alcuni sono proprio insospettabili

Le fibre riescono ad esercitare questo loro potere saziante grazie al fatto che gli enzimi digestivi prodotti già in bocca dalle ghiandole salivari e che sorgono anche nel pancreas, nello stomaco, nel fegato e nell’intestino tenue, non sono in grado di essere digerite ed assorbite.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Lecitina di soia: un rimedio naturale contro il colesterolo | Cos’è e come assumerla per stare bene

Con le fibre avviene quanto segue:

  • Regolarizza la funzione intestinale;
  • Interferisce con l’assorbimento dei lipidi (acidi grassi e colesterolo) e contrasto dell’obesità;
  • velocizzazione del transito intestinale;
  • migliorano il metabolismo.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Va però ricordato che possono esserci dei casi di allergia o di ipersensibilità in relazione agli alimenti citati. Quindi è importante sempre approfondire il discorso con il proprio medico di base o con uno specialista per capire se possano esserci eventuali incompatibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.