Se hai questi sintomi potresti avere carenza di Vitamina D | Dovresti consultare il medico

In base a cosa possiamo capire di stare vivendo una condizione negativa per la nostra salute. Quali sono i sintomi da carenza di vitamina D più noti.

Un uomo in preda alla stanchezza fisica ed emotiva
Un uomo in preda alla stanchezza fisica ed emotiva (Foto Canva – Inran.it)

Quali sono i principali sintomi da carenza di vitamina D? Ed in che modo si consiglia di agire in tal caso? I segnali che ci possono indicare una scarsità all’interno del nostro organismo di questo fondamentale composto organico che regola i processi che avvengono nel corpo possono essere diversi.

Ci sono però dei sintomi da carenza di vitamina D che è possibile riconoscere con più facilità. E proprio perché portano il fisico dei soggetti che ne accusano una mancanza od un livello troppo basso a subire delle ripercussioni ben evidenti.

I maggiori esperti in ambito medico e nutrizionale illustrano quelli che sono i sintomi della carenza di vitamina D. Se doveste notare una sovraesposizione od un aumento di frequenza degli stessi che vi colpisce direttamente, dovreste subito contattare il vostro medico di base per chiedergli come porre rimedio. Poi farà seguito magari anche un consulto con uno specialista.

Sintomi della carenza di vitamina D, quali sono e cosa succede

Una donna in preda alla stanchezza fisica ed emotiva
Una donna in preda alla stanchezza fisica ed emotiva (Foto Canva – Inran.it)

Una delle situazioni più gravi è data dal rachitismo. Nei bambini ciò porta ad un indebolimento evidente del fisico, tale da esporre i piccoli ad un aumentato rischio di fratture ed anche di malformazioni. Questa situazione è nota come osteomalacia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Come eliminare le cicatrici sulla pelle: rimedi semplici ma super efficaci

Sono poi noti anche altre condizioni quali:

  • dolore alle ossa;
  • dolore alle articolazioni;
  • dolori muscolari;
  • debolezza muscolare;

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Prurito alla testa: perché si verifica e da cosa può essere causato | Quando preoccuparsi

Ed oltre a questi effetti della carenza di vitamina D ed alle ossa fragili, si hanno anche dei sintomi di carattere neurologico. Gli esempi più noti e frequenti sono le contrazioni muscolari involontarie, ma anche:

  • spossatezza cronica;
  • ansia;
  • disturbi del sonno;
  • stati confusionali;
  • stanchezza mentale e difficoltà nel pensare.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Aracnofobia: si può superare la paura dei ragni, ti bastano poche mosse

Inoltre un deficit da vitamina D viene collegato anche a situazioni gravi del fisico come il diabete, l’ipertensione, la sovraesposizione al rischio di contrarre un cancro ed a malattie neurologiche e neurodegenerative, oltre che a patologi di tipo reumatico quali la fibromalgia.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Ed anche disturbi cutanei come prurito frequente, allergie alimentari ed orticarie vengono ricondotte, in base a diversi studi, ad una scarsità di questa vitamina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.