Stretching: perché è così importante e come farlo al meglio | Passaggi fondamentali

Consigli sullo stretching, come farlo e perché non dovrebbe mai mancare prima di compiere degli sforzi fisici. Può fare la differenza per il nostro benessere.

Una persona che fa stretching all'aperto
Una persona che fa stretching all’aperto (Foto Canva – Inran.it)

Riguardo allo stretching come farlo in maniera corretta è un qualcosa di fondamentale e di molto più importante di quanto si possa pensare. Questa attività fisica fa da preparazione a quello che è uno sforzo prolungato ed è fondamentale sia nel caso in cui si pratichi uno sport a livello amatoriale che agonistico.

Con esso risvegliamo i muscoli e le articolazioni e li riscaldiamo quanto basta per ridurre il rischio di incorrere in infortuni. Per questo è importante attuare del sano stretching e sapere come farlo. Questa è una importante fonte di protezione per il nostro corpo e può essere fatta anche a prescindere dalla pratica di uno sport.

Appena alzati al mattino, per sentirci più tonici e per distendere le fibre muscolari e le articolazioni si consiglia di praticare del riscaldamento con alcuni esercizi mirati, veloci ed efficaci. Ma sullo stretching come farlo è importante. Se si attua qualcosa di non corretto, può aumentare addirittura il rischio di farsi male.

Stretching come farlo, tanti i benefici prima dell’allenamento e dopo

Una donna che fa stretching all'aperto
Una donna che fa stretching all’aperto (Foto Canva – Inran.it)

Una cosa importante dello stretching è anche quella di contribuire al rilassamento della tensione muscolare. Cosa che ingloba anche la frequenza cardiaca. Inoltre ci si propone, con lo stretching, anche di migliorare la respirazione e la postura. Se applicato nel modo giusto di volta, si hanno dei miglioramenti automatici nella postura.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: È questo lo sport che fa bruciare più calorie: se vuoi dimagrire davvero devi fare questo

Un buon consiglio da seguire, una volta che si individua il movimento giusto da compiere, è quello di mantenere la tensione raggiunta per un periodo di tempo che sia compreso tra i 15 ed i 30 secondi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: La dieta delle fibre per il benessere dell’intestino e per perdere peso con facilità

Ovviamente non bisogna avvertire il dolore, altrimenti si sta decisamente sbagliando. Tensione non vuol dire dolore infatti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: È questa l’ora ideale per allenarsi e fare esercizio fisico: benefici impressionanti

Cominciamo in maniera anche lenta con gli esercizi, per poi eventualmente aumentare l’intensità degli stessi una volta che ci sentiremo riscaldati. Questo ci permetterà anche di compiere dei movimenti più ampi con una respirazione ottimizzata durante lo sforzo.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Infine, lo stretching andrebbe compiuto sia prima che dopo un allenamento o della attività fisica. Nel primo caso serve per il risveglio articolare e muscolare. Nel secondo per preservare la elasticità e la integrità dei muscoli stessi e delle articolazioni, mantenendo basso il rischio di contratture e di altri tipi di infortuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.