Se ti piace guardare la TV seduto sul divano dovresti tenere conto di questo aspetto che nessuno valuta

I consigli da seguire per guardare la tv in totale benessere. Così eviteremo fastidi di ogni tipo, sia tecnici che anche fisici.

Una persona mentre guarda la tv
Una persona mentre guarda la tv (Foto Canva – Inran.it)

Guardare la tv è una delle attività che più facciamo nel corso della nostra intera esistenza. I nati a partire dagli anni Settanta e soprattutto Ottanta in poi sono cresciuti con almeno uno schermo in casa. Ed il televisore è uno di quegli indicatori dei tempi e del benessere di ognuno di noi.

Oggi è cambiato il modo di guardare la tv. Pensate a quando usciva un grande film al cinema. Bisognava attendere mesi e mesi, se non addirittura qualche anno, prima di poterlo vedere nel nostro salotto di casa. In maniera anche alquanto rapida tutto è cambiato poi.

Oggi ci sono i contenuti on demand, lo streaming, le piattaforme ad abbonamento. C’è chi usa guardare la tv soltanto tramite questi modi, senza più sintonizzarsi sui canali classici. E poi ne esistono migliaia di altri, alcuni anche tematici e che si concentrano su degli specifici contenuti.

Guardare la tv, come fare per stare sempre comodi

Un telecomando in primo piano ed un televisore sullo sfondo
Un telecomando in primo piano ed un televisore sullo sfondo (Foto Canva – Inran.it)

Oppure c’è chi usa il televisore solamente come strumento per videogiocare, attaccandovi le proprie console di riferimento. Senza che la funzione principale del guardare programmi tv rappresenti la priorità. Quale che sia l’uso di destinazione principale, quando ci si rapporta con la tv è importante farlo anche stando comodi.

Altrimenti si rischia di andare incontro a degli inconvenienti. Pensate per esempio al torcicollo od ai fastidi alla vista. Serve assumere una posizione comoda ed è bene anche garantire una buona luminosità ambientale per non affaticare gli occhi.

In base alle dimensioni dello schermo è molto importante stabilire la giusta distanza per avere una visione ottimale. Inoltre il televisore non dovrebbe mai stare su di un mobile sopraelevato. Questo potrebbe causarci dei dolori al collo con maggiore frequenza. Meglio averlo invece in linea dritta e diretta con gli occhi. Poi ovviamente occorre fissare per bene l’elettrodomestico, nel caso in cui ci siano dei bimbi piccoli in casa, per evitare incidenti.

Come calcolare la distanza ideale

Controlliamo bene anche la presenza di punti di luce. I riflessi del Sole a certe ore della giornata possono essere estremamente fastidiosi e difficili da annullare. Ed ancora, scegliamo una posizione centrale dove collocare la tv, così potremo guardarla come si deve da qualsiasi punto della stanza.

Sapete che c’è un trucco su come calcolare la distanza ideale da interporre tra il televisore ed il divano? Bisogna moltiplicare per tre quella che è la diagonale in pollici dello schermo. Ne verrà fuori un valore da convertire in metri. Tenendo presente che un pollice corrisponde a 2,54 cm, per fare un esempio, con uno schermo da 32 pollici si avrebbe una diagonale da 81 cm.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Lasci il telefono in carica tutta la notte? Ecco quanto stai pagando, forse dovresti smettere

Bisogna moltiplicare questa per 3 ed otterremo 243. Che è da trasporre direttamente in metri. Così la distanza ideale per uno schermo di quella grandezza è di due metri e 43 cm. Ovviamente più uno schermo è grande e più risulta facilitata la sua visione anche da distanze progressivamente maggiori.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Metti questo oggetto nel cuscino e dormirai come un angioletto | Il retroscena che in pochi conoscono

Fate “respirare” il vostro televisore

Un televisore appena acceso
Un televisore appena acceso (Foto Canva – Inran.it)

Ma possono intercorrere alcune variabili tali da rendere preferibile comunque l’adozione di una distanza diversa. Per esempio seguire un evento sportivo può fare si che si debba prestare attenzione a certi dettagli, come ad esempio la presenza di un pallone, che può essere più difficile da notare se si è lontani anche di non molto dalla tv.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Per una casa calda, sono questi i trucchi che devi utilizzare | Problema risolto

Per attenuare eventuali problemi dettati dalla luminosità si consiglia di adottare delle tende. Infine, per preservare lo stato del nostro televisore, è bene non incassarlo in una parete.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Bisognerebbe lasciare del margine sul retro, per garantire un passaggio di aria ed impedire il sorgere di elevate temperature che potrebbero danneggiarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.