Se dici addio a questo alimento, vedrai la ritenzione idrica sparire in una settimana: il mio medico aveva ragione

La ritenzione idrica è un problema che affligge tante persone, causata da diverse condizioni: in parte è responsabile un ingrediente. Quale?

Ritenzione visibile sulla pelle
Se dici addio a questo alimento, vedrai la ritenzione idrica sparire in una settimana: il mio medico aveva ragione (Inran.it)

La ritenzione idrica affligge tantissime persone, scaturita da molteplici fattori, che possono essere la sedentarietà, il sovrappeso, la scorretta alimentazione, e ovviamente anche una questione genetica. La si può combattere in maniera intelligente, prima di tutto praticando attività fisica, e poi mangiando correttamente, evitando determinati alimenti che ne sono responsabili.

La ritenzione è un eccesso di fluidi nel corpo che danno la sensazione di sentirsi gonfi. Questi fluidi restano intrappolati tra una cellula e l’altra, poiché l’organismo non riesce a smaltirli nel breve tempo. Non deve essere confusa con la cellulite. Se il nostro corpo è costituito al 70% di acqua, i restanti liquidi sono un eccesso che occorre evitare. Come intervenire per eliminare questi eccessi?

Come ridurre subito la ritenzione idrica: basta eliminare dalla dieta questo ingrediente

Donna con ritenzione idrica
Donna con ritenzione idrica (Inran.it)

Come accennato, le cause che portano all’insorgenza della ritenzione idrica sono molteplici, oltre all’obesità e alla sedentarietà, o alla scarsa idratazione, influisce molto anche l’abuso di farmaci. Senza contare determinate patologie, come ad esempio l’ipotiroidismo, lo scompenso cardiaco, l’insufficienza renale, l’alterazione del sistema linfatico o le malattie epatiche.

Per quanto riguarda l’abusi di farmaci, di solito si fa riferimento all’uso del cortisone, agli antipertensivi o alla classica pillola. Ma c’è un ingrediente, in cucina, che siamo soliti utilizzare ogni giorno, e che è responsabile dell’eccesso di fluidi nel corpo: il sale. Il sale è uno degli alimenti meno salutari che esistano, per questo motivo il suo consumo deve essere limitato.

Non è semplice diminuire il consumo di sale, questo perché lo troviamo quasi ovunque, e inoltre il sale rende più gradevole al palato qualsiasi pietanza. Mangiare cibi sciapi non è certo entusiasmante, ma controllare la quantità di sale che si consuma è la mossa corretta da compiere per combattere il problema legato alla ritenzione idrica.

Le buone abitudini per dire addio alla ritenzione idrica

Se si inizia a limitare il consumo di sale, già dopo una decina di giorni si possono notare le differenze sul corpo. In particolare in questo periodo dell’anno, con la prova costume alle porte, adottare sane abitudini aiuta tantissimo per presentarsi in forma sulla spiaggia. Naturalmente, ridurre il sale è soltanto una delle azioni da compiere.

Sport regolare, consumo di bevande diuretiche, bere 2,5 litri di acqua al giorno, consumare cibo leggero e genuino, evitare bevande alcoliche e gli zuccheri. Sono tutte buone abitudini che andrebbero adottate al più presto. Inoltre, mai aggiungere altro sale a cibi già salati.

Consumare cibi molto saporiti, anche se il palato gradisce, non è mai la soluzione migliore. Per insaporire i piatti, al massimo, possiamo ricorrere alle spezie, che funzionano da sostituto di sale e zucchero, ma sono decisamente salutari. Ritenzione idrica: come sbarazzarsene con semplici abitudini. E ancora, La frutta migliore per sgonfiarsi ed eliminare la ritenzione idrica.

Impostazioni privacy