Come restare svegli al lavoro: piccole strategie utili tutti i giorni

Il lavoro può essere noioso, o semplicemente abbiamo fatto tardi la sera prima: come fare a restare svegli se non teniamo gli occhi aperti?

come restare svegli al lavoro
(Foto Unsplash)

Una notte in bianco, una serata di baldoria con gli amici, o semplicemente la troppa monotonia possono rendere davvero difficile restare svegli al lavoro. Ci sono però dei semplici metodi per evitare di ritrovarsi con la testa sulla scrivania a sonnecchiare.

I piccoli trucchi per tenersi svegli

Ci sono dei metodi piuttosto semplici, che possono aiutarci a risolvere il problema quando è un caso abbastanza leggero di sonnolenza e ci aiuteranno a tenere gli occhi aperti durante questa lunga giornata di lavoro.

come restare svegli al lavoro
(Foto Unsplash)

Ascoltare musica può aiutare molto a tirarci su. La musica stimola varie parti del nostro cervello, e questo fa molto bene al nostro umore e ci dà la giusta carica. Scegliamo brani che possano tenerci svegli, ma ovviamente non disturbiamo i nostri colleghi ed utilizziamo le cuffie!

Non alziamo eccessivamente il volume, non aiuta assolutamente nel nostro caso. Anzi, è meglio che sia un po’ basso così da non riuscire a capire il testo o ad ascoltare bene le sfumature se non concentrandoci abbastanza.

Anche tenere vivo il nostro interesse con qualcosa che stimoli al nostra attenzione può aiutare. Focalizziamoci su qualche aspetto del nostro lavoro che richiede davvero tanta concentrazione.

Restiamo in un ambiente luminoso, possibilmente esposto alla luce del sole, visto che il sole regola il nostro orologio interno. Questo significa che il nostro corpo crederà di dover restare sveglio, in qualche modo. Se possibile, facciamo una pausa all’aria aperta o avvicinandoci ad una finestra per qualche minuto.

Potrebbe interessarti anche: Fette di limone sul comodino: 5 benefici per un sonno perfetto

Masticare qualcosa crea un effetto di attesa nel nostro corpo, che penserà di stare per ricevere cibo. Certo, si può usare una penna o una matita in casi estremi, ma la scelta migliore sarebbe masticare il ghiaccio: anche la temperatura fredda può aiutare a tenere sveglio il cervello.

Bagnarci il viso con acqua fredda è un altro buon metodo per restare svegli a lavoro: cerchiamo di tenere la temperatura più fredda, per lo stesso discorso di cui sopra. Una temperatura più fredda innesca meccanismi nel nostro corpo che ci tengono attivi e svegli, per riscaldarci.

Alcuni aromi e profumi stimolano il nostro cervello, quando sono pungenti in maniera più forte. Non devono essere necessariamente odori gradevoli, ma alcuni olii essenziali sono adatti a questo scopo: caffè, menta piperita, eucalipto. Ma vanno bene anche spezie, candele profumate o creme per le mani se non li abbiamo a disposizione.

Infine, una corretta alimentazione aiuta il nostro corpo a tenersi attivo, ma anche un po’ di svago come giochi online e piccoli passatempi durante la pausa potranno farci restare svegli.

Prepararsi con l’allenamento

Il nostro corpo può essere allenato a restare sveglio sul lavoro, con qualche piccola attività semplice che non richiede troppo tempo e possiamo fare tranquillamente in ufficio o sul lavoro.

come restare svegli al lavoro
(Foto Unsplash)

Lo stretching ci può aiutare, anche per meno di un minuto. Fare movimenti circolari con la testa, allungare i muscoli, sono tutte attività adatte allo scopo.

Allo stesso modo, la digitopressione (premere alcune parti delle corpo con le dita) può tenerci svegli. I punti del nostro corpo che si consiglia di stimolare in questo modo sono: la parte alta della testa, la nuca, sotto il ginocchio, il dorso delle mani (tra pollice ed indice), i lobi delle orecchie.

Se possibile, possiamo fare esercizio anche restando seduti sul posto di lavoro: basterà avere una sedia davvero scomoda (certo, non che possa far male alla nostra schiena!) così da non riuscire ad essere completamente rilassati.

Potrebbe interessarti anche: Cibi e insonnia: scopri perché non dovresti cenare tardi

Restare in piedi, magari saltellare un po’ sul posto, senza fare troppo sforzo, è comunque un’ottima idea per tenerci svegli. Certo, non è sempre possibile farlo sul lavoro, ma sarebbe utile già alzarsi in piedi almeno ogni 20-30 minuti.

In ogni caso, se possiamo approfittare di qualche occasione per camminare, ogni passeggiata è utile, specie per staccare lo sguardo dal computer. E allora, se dobbiamo portare documenti a qualche collega, usiamo questa scusa per fare una passeggiata quando ci sentiamo davvero assonnati.

F. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *