Cibi e insonnia: scopri perché non dovresti cenare tardi

Sapevi che se mangi troppo tardi potresti contrarre il diabete? O anche passare la notte in bianco. Scopri cosa lega cibi e insonnia.

cibi e sonno
(Foto: Pexels)

Forse ti sarai accort* che a volte non riesci a dormire. Ma prima di ricorrere ai rimedi antiansia, chiediti se sia proprio la preoccupazione o piuttosto il mangiare tardi. Sì perché gli esperti hanno scoperto che oltre all’esistenza di alcuni alimenti nemici della digestione, c’è una correlazione tra cibi e insonnia, che ha a che fare coi ritmi circadiani. A volte basta davvero poco per risolvere un problema che, in Italia soltanto, interessa ben 1/4 della popolazione adulta. Ecco perché è importante capire come, quanto e quando mangiare. Te lo sveliamo qui.

Come lo spuntino di mezzanotte diventa “veleno”

melanzane
(Foto: Pexels)

Una ricerca del centro medico John Hopkins, negli Stati Uniti, ha stabilito come mangiare dopo le 10 di sera sia letale per l’organismo. E non solo perché di notte bruciamo meno calorie, ma soprattutto perché non metabolizziamo a dovere grassi e zuccheri, con un aumentato rischio di sviluppare malattie come diabete ed obesità.

Dopo aver scoperto che anche saltare la colazione è un’abitudine malsana, gli scienziati hanno dimostrato che mangiare tardi, aumenta anche il rischio di ictus e infarto, perché se il tasso di ossidazione del grasso diminuisce, aumentano i trigliceridi nel sangue.

Ti potrebbe interessare anche: Digestione e cibi amici. Quali alimenti la facilitano

Cibi e insonnia: mai mangiare male e tardi

mal di stomaco
(Foto: Pexels)

Qualche anno fa, un altro studio internazionale aveva stabilito che l’orario a cui si cena è importante per evitare i disturbi del sonno.

Alimenti come melanzane, parmigiano e insaccati sono nemici, poiché pesano sulla digestione. E se il nostro corpo è impegnato, non può dormire.

Per dormire bene bisogna essere riposati, dare cioè il tempo a mente e corpo di rigenerarsi e ricaricarsi. Se non succede, il risultato è che al mattino ci svegliamo stanchi e svogliati.

Ti potrebbe interessare anche: Come addormentarsi velocemente e sconfiggere l’insonnia, i consigli utili

Dormire bene: i rimedi

diabete
(Foto: Pexels)

Insomma, consumare i cibi giusti per la notte è il primo passo verso una più sana relazione tra alimenti e sonno; quello successivo è l’orario ideale.

Abituare il corpo ai ritmi della natura potrebbe essere il modo più facile per evitare di mangiare tardi (e andare a dormire ancor più tardi!).

Entro le 20 è l’orario indicato, poiché quando la luce cala, il corpo inizia a produrre melatonina, l’ormone del sonno.

Ti potrebbe interessare anche: Ansia e depressione si combattono a tavola: bastano 5 alimenti

Per conoscere le ultime novità in fatto di dieta e benessere, seguici su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *