Alimenti adatti per chi soffre di Ipotiroidismo: dal pesce al latte

Alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo. Vediamo quali sono questi cibi che possono aiutare a stare meglio a chi ha problemi con la tiroide.

uova
Uova per il benessere (Foto Pixabay)

L’ipotiroidismo, si verifica quando la tiroide non è in grado di sintetizzare una quantità di ormoni adeguata alle esigenze dell’intero organismo.

Le cause di ipotiroidismo sono numerose e molto varie per natura ma è possibile tenere a bada la condizione.

L’alimentazione è una buana base di partenza per aiutare il nostro organismo a stare meglio. In questo articolo, andremo a scoprire quali sono gli alimenti consigliati per compensare il deficit della produzione ormonale da parte della tiroide (ipotiroidismo).

Alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo

L’alimentazione in caso di mal funzionamento della tiroide, può fare tanto. Come infatti esistono alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo.

frutta e verdura importanti per la salute
Frutta e verdura (Pixabay)

A prescindere dal trattamento dell’ipotiroidismo che si fonda sul recupero dell’attività funzionale della tiroide, attraverso l’assunzione quotidiana di tiroxina sintetica (o T4 sintetica), è importante agire anche sullo stile di vita e sull’alimentazione.

Come accennavamo precedentemente, esistono dei cibi consigliati per chi accusa questa patologia, in particolare andremo a segnalare 10 alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo.

È importante sottolineare che chi soffre di ipotiroidismo spesso è soggetto all’aumento di peso. Per tale motivo è fondamentale seguire una dieta mirata accanto alla terapia farmacologica.

Di seguito troverete un elenco dei principali alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo:

  1. pesce marino
  2. molluschi e crostacei
  3. latte
  4. uova
  5. cereali (non integrali)
  6. avena
  7. noci brasiliane
  8. carne (pollo, fegato di manzo, tacchino, manzo nutrito con erba)
  9. fagioli
  10. frutta e verdura (spinaci)

Pesce marino

La carenza di iodio è molto comune e colpisce quasi un terzo della popolazione mondiale. Nell’alimentazione prevista per chi soffre di ipotiroidismo è suggerita l’assunzione di pesce marino fresco o congelato che sia, ma escludendo pesce spada e tutti i pesci che potrebbero essere contaminati da mercurio. I consigliati invece, sono: sardine, merluzzo, halibut, tonno, salmone selvatico.

Molluschi e crostacei

Nei Paesi dove il sale iodato e i frutti di mare ricchi di iodio sono ampiamente disponibili, c’è poca diffusione di questa condizione.

Nonostante ciò chi soffre di ipotiroidismo, per quanto questi alimenti possano essere ricchi di iodio deve limitarne il consumo a non più di due volta a settimana.

Latte

Se avete una carenza di iodio, valutate se aggiungere sale da cucina iodato (o sale maldon) ai pasti o mangiare più cibi ricchi di iodio come ad esempio i latticini.

Uova

Lo iodio è un minerale essenziale necessario per produrre ormoni tiroidei. Questo oligoelemento è contenuto nelle uova per circa 35 microgrammi per uovo. Le quantità maggiori si trovano nel tuorlo e se ne possono assumere 2-3 alla settimana.

Cereali

Tra gli alimenti che si possono inserire nella dieta per chi soffre di ipotiroidismo ci sono: i cereali senza glutine (riso, miglio, ecc), cereali integrali e i pseudo cereali (grano saraceno, quinoa, amaranto). Questi cereali sono ricchi di selenio, fibre e zinco, tutti elementi fondamentali per chi soffre di ipotiroidismo.

Avena

Il selenio è nutriente antiossidante che svolge un importante ruolo nella produzione degli ormoni tiroidei.  Una tazza di farina d’avena normale cotta consente di assimilare 3 micro grammi di selenio.

Noci brasiliane

Anche il selenio, contenuto nelle noci brasiliane, aiuta ad “attivare” gli ormoni tiroidei in modo che possano essere utilizzati dall’organismo.

Evitare di assumere un integratore di selenio a meno che non sia consigliato dal proprio medico.

Carne

La carne è ricca di zinco, perciò in caso di ipotiroidismo, è importante mangiare cibi più ricchi di questo minerale, come: manzo, pollo e tacchino.

Questo perché, lo zinco aiuta il corpo ad “attivare” gli ormoni tiroidei. Inoltre, il pollo, offre circa 22-25 micro grammi di selenio per 85 grammi di carne bianca.

Potrebbe interessarti anche: Iodio: tutto ciò che c è da sapere e gli alimenti che lo contengono di più

Fagioli

Lo zinco presente anche nei fagioli, è un altro nutriente che ha importanti effetti benefici sugli ormoni tiroide.

Inoltre, i fagioli sono una grande fonte di energia, sono ricchi di proteine, antiossidanti, carboidrati complessi e un sacco di vitamine e minerali. Per di più, le fibre, possono essere utili se si soffre di stitichezza, un effetto collaterale comune di ipotiroidismo.

Frutta e verdura

Il nostro corpo non è in grado di produrre naturalmente lo iodio, per tale motivo necessita di assumere questa sostanza attraverso dei cibi che la contengano.

Fra i 10 alimenti adatti a chi soffre di ipotiroidismo abbiamo la frutta e la verdura, naturalmente quella di stagione e a km 0.

Si possono assumere, asparagi, finocchi, lattuga, spinaci purché siano cotti. Anche la frutta come: albicocche, banane, fragole, kiwi, pompelmo, mirtilli, nespole, pere e pesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *