Vasi biodegradabili, come usarli al meglio per far crescere le nostre piante

In che modo vanno applicati i vasi biodegradabili, che sono predisposti per nutrire il terreno stesso della pianta che contengono.

Delle piante in dei contenitori biodegradabili
Delle piante in dei contenitori biodegradabili (Pixabay)

Vasi biodegradabili, come funzionano e come ci dobbiamo comportare per il loro corretto utilizzo? Questi oggetti particolari sono concepiti per essere assorbiti dal terreno in cui andremo a seminare le nostre piante. Da alcune parti è possibile anche trovarne di fatti con il corpo esterno contenente del terreno con anche del compost dentro, e con i semi di diversi fiori specifici.

I vasi biodebradabili così formati, che già presentino questa specifica conformazione, richiedono di spostare la terra o il compost in un altro recipiente o vaso e bagnarli con un pochino di acqua, all’incirca una quarantina di ml. Dovremo idratare tutto quanto a dovere, aggiungendone 30 ml all’inizio ed altri 10 una volta idratato il tutto come si deve.

Fatto questo, va miscelato il tutto da ricondurre nei vostri vasi biodegradabili, per poi posizionare i semi a disposizione. Tali semi si trovano all’interno di foglietti realizzati in carta a sua volta biodegradabile. Ricopriamoli ed aspettiamo che la natura faccia il suo corso. Il tutto senza neppure la necessità di dovere innaffiare, visto che il terreno come lo avremo predisposto sarà già pronto.

Potrebbe interessarti anche: Coltivare le orchidee, come farle crescere separate o nello stesso vaso

Vasi biodegradabili, il procedimento da seguire per far crescere le piante

Diversi contenitori biodegradabili per le piante
Diversi contenitori biodegradabili per le piante (Pixabay)

Dopo una settimana in media dovremo vedere i primi risultati nei nostri vasi biodegradabili, con i germogli tanto attesi che spunteranno dal terreno. Facciamo in modo che le nostre piantine prendano molto sole. Ma in estate ripariamole all’ombra nel corso delle ore più calde della giornata.

Potrebbe interessarti anche: Fertilizzante per piante, basta qualche euro per crearne uno potentissimo

Inoltre innaffiamo con regolarità ogni due o tre giorni con delle quantità di acqua proporzionali alle dimensioni dei vasi, e solo nelle prime ore del mattino oppure della sera.

Potrebbe interessarti anche: Come riprodurre le ortensie, fiori all’infinito con un pomodoro e una bottiglia

Per il necessario trapianto di vaso, quando le piante saranno cresciute quanto basta, potremo inserire ciascun vaso biodegradabile in un vaso singolo più grosso, oppure in un orto. E diamo acqua per mantenere sempre il terreno ben umido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *