Bonus Internet veloce 300 euro, a chi spetta e come averlo

In che cosa consiste il Bonus Internet veloce 300 euro e chi ha diritto ad averlo. In che modo si ottiene e quali sono i parametri da rispettare.

Una donna mentre usa un computer
Una donna mentre usa un computer (Pixabay)

Bonus Internet veloce 300 euro, in che cosa consiste questo sussidio da parte dello Stato, che fa da incentivo allo scopo di installare una connessione veloce sia in casa che nelle aziende? La misura in questione, per quanto riguarda proprio i nuclei familiari, non richiede alcun vincolo di reddito.

Quindi non è richiesto allegare la propria certificazione ISEE alla domanda necessaria per ottenere il Bonus Internet veloce da 300 euro. Il Governo ha in programma di proseguire con lo snellimento della burocrazia, un processo iniziato con l’Esecutivo Conte nel mezzo dell’emergenza pandemica.

E fare in modo che venga introdotta la fibra ultraveloci per le connessioni è uno degli aspetti costitutivi di questo proposito. Vediamo in che modo è possibile ottenere il Bonus Internet veloce da 300 euro e se questa cifra rappresenta un importo fisso oppure è il massimo che si può ottenere.

Bonus Internet veloce 300 euro, i requisiti per averlo

Una persona mentre utilizza pc e tablet
Una persona mentre utilizza pc e tablet (Pixabay)

Uno dei paletti che occorre rispettare è attivare un contratto con un fornitore a propria scelta per il quale il servizio offerto abbia una velocità di connessione di minimo 30 Mbps. La cifra proposta è proprio di 300 euro, erogati mediante un apposito voucher, con un fondo totale stanziato appositamente che è pari a 407 milioni di euro.

A seconda della disponibilità di questi soldi, sarà possibile richiedere il Bonus Internet veloce fino ad esaurimento degli stessi. Poi con tutta probabilità occorrerà aspettare la nuova Manovra economica per potere tentare di ottenere tale rimborso.

Rimborso che sarà pari fino alla metà della spesa necessaria per attivare un contratto con connettività Nga. L’applicazione avverrà mediante scontro attuato direttamente sul prezzo da pagare all’attivazione, oppure scalandolo dai vari canoni che andranno pagati nel corso dell’anno.

Potrebbe interessarti anche: Meno compiti e meno Internet per i bambini. Qual è il Paese interessato?

Gli altri dettagli del Bonus Internet

Tra le spese coperte c’è anche l’acquisto degli appositi apparati elettronici. Tra i requisiti previsti c’è l’erogazione di un voucher per ogni nucleo familiare, e l’installazione della fibra internet veloce andrà realizzata in quella che è la propria residenza principale.

Potrebbe interessarti anche: Benessere digitale, consigli per gli adolescenti sempre connessi

Per tutti coloro che sono interessati è possibile rivolgersi ad Infratel mediante l’indirizzo e-mail appositamente dedicato voucher@infratelitalia.it. Una cosa importante da conoscere è che non è prevista retroattività.

Potrebbe interessarti anche: Cambiare operatore telefonico, attenzione alla trappola della doppia fattura

Ad oggi il Bonus Internet non è ancora attivo, per cui il rimborso delle spese sostenute avverrà solamente nelle situazioni di attivazione di contratti idonei in un momento successivo all’introduzione del bonus stesso.  Inoltre verrà data precedenza a tutti coloro che vivono in aree nelle quali si riscontrano delle difficoltà di connessione croniche, come zone di alta montagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *