Fertilizzante fai da te con le bucce di melone: ricetta e utilizzi

Ecco come realizzare un fertilizzante ed economico a base di bucce di melone per nutrire le nostre piante e farle prosperare forti e sane.

Melone scorza
Fertilizzante naturale con le bucce di melone (Canva)

Insieme all’anguria, rientra tra i frutti estivi più amati grazie al suo sapore gustoso e rinfrescante. Dopo una merenda a base di melone, però, dovremmo ricordarci di non buttarne la scorza. La ragione è semplice: le bucce di melone possono essere impiegate per preparare un fertilizzante fai da te completamente naturale, con cui nutrire le nostre piante. Scopriamo insieme consigli e procedimento.

Come preparare un fertilizzante a base di bucce di melone

Non solo incredibilmente saporito, il melone è un frutto ricco di nutrienti preziosi per la nostra salute.

Melone
Fette di melone (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Infatti, è ricchissimo di vitamine e sali minerali. Queste sostanze risultano benefiche non solo per il nostro organismo, ma anche per le piante, poiché svolgono un’importante azione nutritiva che le rafforza, facendole crescere e prosperare in piena salute.

Per questo, riciclare le bucce del melone è un’ottima idea a costo zero, che non solo ci consente di combattere gli sprechi, ma anche di ottenere un giardino rigoglioso e fertile.

Come preparare questo fertilizzante green? Il procedimento è estremamente semplice: basterà tagliare le scorze in piccoli pezzi, per poi spargerli attorno alla pianta che desideriamo concimare.

In alternativa, potremo preparare un fertilizzante liquido. Come? Sarà sufficiente frullare le scorze fino ad ottenere un composto cremoso, da distribuire intorno al fusto della pianta.

Nutrire le piante in modo naturale: tutti i consigli

Le bucce di melone sono solo uno degli ingredienti naturali che possiamo impiegare per idratare e nutrire le nostre piante.

Tra gli altri frutti le cui bucce risultano ricche di sostanze benefiche ci sono:

  • Banane, la cui azione risulta particolarmente preziosa grazie all’elevato contenuto di potassio;
  • Mele, che apportano vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C;
  • Pere, ricche di minerali, come calcio, zinco e magnesio.

Il procedimento per preparare il fertilizzante fai da te è analogo a quello da mettere in pratica per ottenere un concime a partire dalle bucce del melone: basterà fare a pezzettini la scorza della frutta, o frullarla.

Volendo, potremo mixare le bucce di alimenti diversi, così da potenziare l’azione nutriente e benefica del nostro prodotto 100% naturale. Infine, tra gli ulteriori scarti da cucina particolarmente utili per fertilizzare le piante non possono mancare i gusci delle uova e i fondi di caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *