Come pulire un piano cottura in vetro senza danneggiarlo

Spesso i piani cottura ad induzione sono in vetro, molto delicati: ecco come pulirli per non danneggiarli.

Fornello (Canva)

Gli articoli più letti di oggi:

Un elegante piano cottura in vetro si integra perfettamente con la maggior parte degli stili di cucina. Questo tipo di piano cottura, che è in realtà un mix di vetro e ceramica, si riscalda più lentamente di altri, ma spesso è dotato di bruciatori speciali, come quelli a ebollizione rapida. Vediamo come pulirli in modo efficace.

Piano cottura in vetro: il modo migliore per pulirlo

La superficie è anche vulnerabile alle scalfitture e ai graffi. Per questo motivo è essenziale fare attenzione quando si pulisce questo tipo di piano cottura.

Cucina
Cucina (Pixabay)

I detergenti disponibili in commercio sono spesso troppo aggressivi per essere utilizzati sui piani cottura in vetro e possono influire negativamente sull’aspetto della superficie nel tempo. Avrete bisogno di:

  • Acqua calda
  • Sapone per piatti
  • Aceto bianco
  • Bicarbonato di sodio
  • Asciugamano in microfibra (abbastanza grande da coprire il piano di cottura).

Come pulire un piano cottura in vetro

Gli ingredienti naturali per la pulizia sono sicuri e facili da usare sui piani cottura in vetro. I detergenti commerciali possono essere troppo aggressivi per un piano d’appoggio.

  1. Aspettate che i fornelli si raffreddino. Prima di pulire, assicuratevi che la superficie non sia più calda al tatto.
  2. Riempite una bacinella con acqua calda. Aggiungete qualche goccia di sapone per piatti delicato all’acqua e mettete la ciotola da parte.
  3. Riempite un flacone spray con aceto bianco. Prendete l’aceto bianco dalla vostra dispensa e aggiungetene un po’ in un flacone spray.
  4. Pulite il piano di cottura. Rimuovere eventuali residui di cibo con un panno in microfibra asciutto.
  5. ospargete la superficie con il bicarbonato di sodio. Assicuratevi di distribuirlo su tutto il piano di cottura.
  6. Spruzzare l’aceto sul piano di cottura. Quando l’aceto si mescola al bicarbonato di sodio, si noterà un’effervescenza. Questa reazione aiuta a sciogliere le particelle di cibo.
  7. Inumidire l’asciugamano in microfibra asciutto. Inumidite l’asciugamano in microfibra con l’acqua calda e saponata della ciotola messa da parte in precedenza.
  8. Mettete l’asciugamano caldo e umido sul piano di cottura. Lasciatelo lì per almeno 15 minuti.
  9. Asciugare la superficie. Al termine dell’attesa, eliminate i residui con il panno in microfibra. Se necessario, potete inumidirlo di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *