Raffreddore e influenza autunnale: 5 trucchi per evitarle

È iniziata la stagione di tosse, mal di gola e mal di testa, sintomi che voi e la vostra famiglia potete prevenire se vi prendete cura di voi stessi.

Raffreddore
Raffreddore (Pexels)

Gli articoli più letti di oggi:

Influenza: anche se si tratta di una delle malattie più comuni e con meno complicazioni mediche, i sintomi che spesso accompagnano questa condizione causano disagio sia nei bambini che negli adulti.

Inoltre, la cura richiede riposo, motivo per cui l’assenza da scuola e dagli uffici è più che necessaria, una misura che si accompagna anche ad altri metodi di prevenzione per contenere il contagio.

Influenza e raffreddore: come prevenirli nei bambini

Sebbene il raffreddore possa manifestarsi in qualsiasi periodo dell’anno, di solito è la stagione delle piogge e il clima freddo dell’autunno e dell’inverno il periodo in cui si verifica la maggior parte dei casi e colpisce tutti, indipendentemente dall’età.

Pillole
Vitamina C

La buona notizia è che esistono alcune misure preventive per evitare che la malattia influisca sul vostro benessere e sulle vostre attività quotidiane: ecco perché questa volta vi diremo tutto quello che dovete sapere per proteggere voi stessi e la vostra famiglia.

1) Come evitare di ammalarsi negli ultimi mesi dell’anno?

Sintomi come naso che cola, congestione nasale e starnuti, ma anche mal di testa e mal di gola accompagnati da tosse sono alcuni dei sintomi più comuni quando ci si ammala di raffreddore e, anche se nei primi giorni i disturbi non causano grossi problemi, in seguito può diventare fastidioso non riuscire a respirare, soffiare eccessivamente il naso e dover continuare a svolgere le normali attività nonostante i disturbi.

Secondo MedlinePlus, “il raffreddore può manifestarsi in qualsiasi periodo dell’anno”, ma la stagione più contagiosa è quella delle piogge e l’inverno, e la mancanza di misure preventive può essere la causa del contagio, poiché “si diffonde attraverso minuscole goccioline trasportate dall’aria che vengono rilasciate quando una persona malata starnutisce, tossisce o si soffia il naso”.

Non sorprende quindi che le chiavi per evitare di ammalarsi durante l’autunno o l’inverno siano le precauzioni igieniche di base che tutto il mondo ha in mente dopo il famoso virus del 2019, soprattutto quando si è entrati in contatto con un malato. Alcune delle soluzioni più rapide per mantenere una buona salute anche durante la stagione delle piogge o del freddo sono le seguenti.

Lavarsi le mani – che ricorda il 2020, è ancora la misura più raccomandata dagli esperti per prevenire la diffusione di raffreddori e altre malattie che si diffondono tramite le famose “goccioline aeree”. Il trucco consiste nel farlo dopo essere usciti, aver preparato il cibo, prima e dopo essere andati in bagno, essersi soffiati il naso e aver toccato superfici di uso comune come le maniglie.

2) Assicurare l’igiene degli ambienti

Come per il punto precedente, la pulizia può aiutare a evitare nuovi casi di influenza che, sebbene possa essere una malattia comune, può anche scatenare complicazioni come bronchiti, otiti, polmoniti o sinusiti.

Questo include anche l’igiene di luoghi di uso comune come maniglie e oggetti di uso comune; ricordate che dopo aver toccato una superficie contaminata e aver portato le mani al naso, agli occhi o alla bocca, il virus può compromettere la vostra salute.

3) Vivere in piccoli gruppi

Uno dei luoghi di maggiore trasmissione è quello in cui c’è un gran numero di persone, motivo per cui molti professionisti ed esperti della salute, come MedlinePlus, raccomandano di scegliere soprattutto per i bambini asili nido di piccole dimensioni come misura preventiva, sottolineando anche che i casi negli adulti sono più comuni perché i bambini hanno portato il raffreddore a casa con loro.

4) Dormire bene

Un buon sonno è uno dei fattori chiave per la cura della nostra salute e, sebbene possa prevenire una lunga lista di malattie, una delle più importanti è il comune raffreddore.

5) Aumentare il consumo di yogurt

Secondo lo stesso sito, questo alimento, se ricco di fermenti attivi, può aiutare a prevenire il raffreddore, mentre nei bambini avrà lo stesso effetto grazie ai probiotici.

Infine, è importante ricordare che le persone affette da raffreddore sono contagiose solo per un periodo di due o tre giorni dopo la comparsa dei sintomi; tuttavia, il sito medico ci ricorda anche che “nella maggior parte dei casi non è contagioso dopo la prima settimana”.

Pertanto, tenere in considerazione e applicare tutti i consigli di cui sopra, oltre a condurre uno stile di vita sano per mantenere il sistema immunitario protetto, contribuirà a ridurre il rischio di contrarre la patologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.