Muffa bianca sul terriccio delle tue piante: perché succede e cosa fare per eliminarla

Quali sono i motivi che possono portare al manifestarsi di muffa bianca sulle piante, e nello specifico sulla superficie del terriccio.

Una situazione di possibile manifestarsi di muffa
Una situazione di possibile manifestarsi di muffa (Foto Canva – Inran.it)

Muffa bianca sulle piante, ed in particolare sulla superficie del loro terriccio, come e perché accade? Si tratta di un problema che potrebbe manifestarsi con maggiore facilità rispetto a quanto si possa pensare. La cosa riguarda qualsiasi tipo di vegetale, da quelli che teniamo in vaso in appartamento a quelle tenute in giardino.

La presenza di muffa bianca sulle piante può essere anche foriera di una condizione negativa in atto in corso in casa. E poi ci sono altri fattori imprevisti. Per dire, le muffe sorgono quando c’è la presenza di qualcosa di tipo organico sulla pianta. Basti pensare anche solo ad una foglia morta che si è staccata e che è in via di decomposizione.

Il vederla permanere lì può dare adito alla muffa bianca sulle piante di fare la sua comparsa allo scopo di eliminarla. Oppure c’è un’altra possibile fonte di origine, rappresentato dalla presenza di materiale grossolano all’interno del substrato. Problematica che può avvenire sia con terricci di qualità non eccelsa che con altri invece migliori. Che cosa avviene in questo caso?

Muffa bianca sulle piante, cause e rimedi

Alcune piante
Alcune piante (Foto Canva – Inran.it)

Potrebbe essere presente qualche pezzo di torba o di legno, più grandi del solito, che sollecitano il sorgere della muffa. La quale si crea anche in questa condizione con lo scopo di eliminare ciò che viene visto come una presenza estranea. Nel caso di materiale organico posato sul terriccio, si risolve togliendo tutto quello che non è vitale e garantendo pulizia alle piante.

LEGGI ANCHE: Se la tua Stella di Natale perde foglie devi assolutamente agire: come salvarla in poche mosse

Con invece residui di torba, di legno o di altro nel substrato e che siano di dimensioni eccessive, basta eliminare quest’ultimi. Ma dovremmo prestare attenzione anche ad un’altra possibile fonte di origine della muffa sulle nostre piante. Anche in caso di impiego di gusci delle uova o di fondi del caffè in qualità di fertilizzante potrebbe avere luogo un inconveniente.

LEGGI ANCHE: Piante in giardino, sai davvero come e dove metterle? Attenzione a questo retroscena

Come si risolve questo problema

Attenzione però anche ad un’altra situazione. Nel caso di depositi minerali in eccesso, la superficie stessa della pianta può fare da filtro impedendo all’acqua di evaporare come dovrebbe. Ecco quindi che potrebbe manifestarsi la presenza non solo di una muffa leggera ma anche di calcare.

LEGGI ANCHE: 4 segnali che le tue piante stanno soffrendo: fai subito qualcosa prima che sia tardi

A causare ciò possono essere troppa acqua data alle piante in fase di innaffiatura ed anche troppa luce alla quale vengono esposte. Per risolvere del tutto questo problema non si deve assolutamente procedere con un rinvaso. Questa procedura infatti espone le piante ad un forte stress.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Bisogna invece solamente eliminare quel paio di centimetri di terriccio in superficie per sostituirlo con altro che sia della migliore qualità possibile. Inoltre ricordate sempre di innaffiare dal sottovaso le vostre piante. Così non si svilupperà l’umidità in superficie e non ci sarà alcun richiamo per muffe e calcare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.