Frumento: pianta, varietà, benefici, proprietà nutrizionali

Il frumento, anche detto grano o Tricum, è una pianta da cui si produce la semola per fare la pasta: ecco cosa sapere su questo alimento.

Grano
Spighe di grano (Pixabay)

 

Pianta di frumento: caratteristiche e varietà

Il frumento è una pianta della famiglia delle graminacee.

Frumento
Grano (Pixabay)

Si tratta di un cereale utilizzato sin dall’antichità, coltivato in particolar modo nella zona compresa tra Mar Mediterraneo, Mar Nero e Mar Caspio.

Quanti e quali sono i tipi di frumento? Esistono cinque principali tipologie di questa pianta:

  • Grano tenero (Triticum aestivum);
  • Grano duro (Triticum durum);
  • Spelta (Triticum spelta) o farro grande;
  • Farro piccolo (Triticum monococcum);
  • Farro medio (Triticum dicoccum).

 

Che differenza c’è tra grano e frumento?

In realtà, grano e frumento sono sinonimi: queste due parole, infatti, indicano il medesimo cereale.

Pertanto, non esiste alcuna differenza relativa alla specie di pianta, alla tipologia o alla sua qualità.

Un altro termine con cui è conosciuto il frumento è Triticum.

Frumento: calorie e proprietà nutrizionali

Quali sono i valori nutrizionali di questo cereale?

Frumento
Grano (Pixabay)

100 grammi di grano apportano 320 kcal. La stessa quantità di prodotto, inoltre, apporta i seguenti macronutrienti:

  • Carboidrati 62,5 g
  • Proteine 13 g
  • Fibra 9,8 g
  • Zuccheri 3,2 g
  • Grassi 2,9 g

Inoltre, i micronutrienti contenuti in 100 grammi di frumento sono:

  • Potassio 494 mg
  • Fosforo 330 mg
  • Magnesio 160 mg
  • Ferro 3,6 mg
  • Zinco 2,9 mg
  • Rame 0,4 mg

Frumento: controindicazioni ed effetti collaterali

Quali sono gli effetti collaterali legati al consumo di frumento?

Frumento
Grano (Pixabay)

Trattandosi di un alimento particolarmente ricco di fibre, mangiare eccessive quantità di grano potrebbe determinare la comparsa di disturbi intestinali, come:

  • Mal di pancia;
  • Flatulenza;
  • Diarrea;
  • Crampi addominali.

Attenzione, poi, alla quantità di alimenti a base di grano che vengono assimilati ogni giorno: eccedere con prodotti come pane e pasta, infatti, potrebbe causare picchi glicemici pericolosi per la salute.

Un elevato livello di glucosio nel sangue, in particolare, è rischioso per chi è affetto da diabete.

Potrebbe interessarti anche: Amaranto: proprietà e controindicazioni, ricette, valori nutrizionali

Il frumento contiene glutine?

Questo cereale contiene glutine? La risposta è sì, pertanto il suo consumo è categoricamente vietato a chi soffre di celiachia.

Questa patologia, infatti, consiste nell’anomala reazione dell’organismo alle proteine del glutine: il sistema immunitario scatena una serie di risposte di difesa che generano gravi disturbi, tra cui diarrea, perdita di peso e gonfiore addominale.

Potrebbe interessarti anche: Non mangiare più glutine: cosa accade se non si è celiaci?

Intolleranza al frumento

C’è differenza tra celiachia e intolleranza al frumento? La risposta è sì: sebbene in entrambi i casi l’assunzione di alimenti a base di grano determini la comparsa di malessere, si tratta di due disturbi diversi.

Nel caso dell’intolleranza, la reazione di ipersensibilità a questo nutriente non si scatena anche ingerendone una minima dose, ma solo dopo aver superato la normale soglia di tollerabilità.

Va da sé, naturalmente, che si tratta di un fattore che varia da persona a persona e, pertanto, non può essere stabilito a priori.

I disturbi, inoltre, sono di più lieve entità rispetto a quelli che caratterizzano la celiachia, anche se risultano analoghi. In caso di intolleranza al frumento, infatti, si manifestano flatulenza, diarrea, gonfiore e crampi.

Benefici del frumento

Quali sono gli effetti positivi che il consumo di frumento esercita sul nostro organismo?

Frumento
Grano (Pixabay)

Il ruolo principale dei prodotti alimentari derivati dal grano è quello di fornire al nostro corpo vigore ed energia.

Per godere dei benefici di questo cereale, dovremmo prediligere il frumento integrale: si tratta di una varietà che conserva maggiormente intatto rispetto a quello raffinato il contenuto vitaminico e nutritivo.

Questa varietà, in particolare, previene l’invecchiamento precoce, essendo ricca di sostanze antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi.

Inoltre, niacina, magnesio e fosforo rafforzano la funzionalità cognitiva, mantenendoci brillanti e attivi mentalmente.

Frumento in cucina: come si usa

I prodotti alimentari a base di frumento sono tantissimi e davvero golosi.

Frumento
Grano (Pixabay)

In questa categoria, infatti, rientrano pietanze che tutti i giorni portiamo sulla nostra tavola, dal pane alla pasta.

Tra le ricette più golose che possiamo mettere in pratica ci sono i rotolini di pane all’aglio e alle olive, con cui sorprendere e deliziare i nostri ospiti durante l’aperitivo.

Per i primi piatti, c’è davvero l’imbarazzo della scelta, dalle proposte più golose come le lasagne al pistacchio di Benedetta Rossi, a quelle più light ma ugualmente ottime, come la minestra d’orzo trentina.

Inoltre, se avete invitati vegetariani a pranzo o a cena, potreste proporre questa sfiziosissima Insalata light di farro e feta: un piatto unico che racchiude benessere e bontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *