Bonus Famiglia 2022, poco tempo per avere 2mila euro al mese se hai figli

C’è un provvedimento di grosso supporto economico nell’ambito dei Bonus Famiglia 2022 attualmente disponibile, come fare per averlo.

Un uomo conta delle banconote
Un uomo conta delle banconote (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI OGGI:

Bonus Famiglia 2022, ce ne sono tanti ai quali potere fare ricorso per riuscire a sostenere le enormi spese che sono aumentate in maniera terrificante nel corso di quest’anno. Tutti quanti noi abbiamo dovuto fare i conti con esborsi molto pesanti che hanno colpito i beni di qualsiasi tipologia.

Ed in particolare quelli di prima necessità per la nostra spesa al supermercato, i carburanti e le bollette. Alla luce di ciò, i Bonus Famiglia 2022 concepiti dal Governo prima della sua caduta si sono resi necessari. Molti di questi rimarranno in vigore fino al 2023 ed in alcune situazioni anche fino al 2024, anche se con delle modifiche dei parametri originari previsti.

È il caso di alcuni bonus edilizi, che vedranno ridurre l’importo riconosciuto. Per quanto riguarda i Bonus Famiglia 2022, il più importante è senza ombra di dubbio l’Assegno Unico Universale, che non presenta vincoli di reddito anche se fornisce importi maggiori in base a determinate fasce.

Bonus Famiglia 2022, come avere 2mila euro al mese per i figli

Una bambina con sindrome di Down
Una bambina con sindrome di Down (Pixabay)

La più privilegiata è quella certificata da ISEE fino a 15mila euro, poi l’aiuto economico statale per i nuclei familiari che ne fanno richiesta cala progressivamente man mano che si arriva e si supera l’importo di 40mila euro di ricavi all’anno.

Ma ci sono diverse altre situazioni per le quali potere usufruire di un supporto dallo Stato, specialmente se si versa in condizioni di difficoltà economiche e magari si hanno pure dei figli a carico. In questo caso abbiamo il Bonus Cultura, il Bonus Internet e via dicendo. Senza dimenticare anche i tanti bonus in ambito edilizio che forniscono delle grosse agevolazioni fiscali e fanno si che la spesa compiuta rientri.

E non mancano neppure gli aiuti a carattere regionale o comunale, forniti cioè dalla propria Regione o dal proprio Comune di residenza. Alcuni di questi possono essere esclusivi per determinate categorie alle prese con problemi ben specifici. Per esempio la Regione Valle d’Aosta mette a disposizione fino a 2mila euro per le famiglie che abbiano dei figli a carico affetti da disabilità gravi.

Per ottenere questa misura bisogna fare domanda entro il 30 settembre 2022 visitando il sito web ufficiale della Regione stessa, oppure chiedendo un consulto ad un Patronato CAF. Misure analoghe sono attualmente vigenti anche in altre Regioni, per cui si consiglia caldamente di informarsi in proposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.