Frutti a basso contenuto di zuccheri per gli spuntini: i 12 migliori per il dietologo

Vuoi fare uno spuntino pomeridiano, ma sei a dieta? Ecco, secondo un dietologo, quali sono i frutti a basso contenuto di zuccheri.

Spuntino di frutta
Frutta mista (Pixabay)

È risaputo che chi è a dieta deve mangiare cinque volte al giorno, dividendo i pasti in: colazione, merenda, pranzo, spuntino e cena.

Molto spesso tra gli spuntini consigliati dai dietologi vi è anche la frutta. Tuttavia chi soffre di diabete o non può assumere molti zuccheri per qualsiasi altra ragione, potrebbe pensare di dover rinunciare alla frutta a causa della presenza di zuccheri. Ma non è così! Ecco, secondo un esperto, quali sono i frutti a basso contenuto di zuccheri.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Il piano alimentare classificato come migliore dieta del 2022

Un ottimo spuntino: frutta a basso contenuto di zuccheri

Molte persone quando si ritrovano a fare la dieta, si domandano spesso a cosa possano mai servire gli spuntini.

problemi a dimagrire
Ragazza che guarda la frutta (Pixabay)

Bene, questi ultimi hanno la funzione di regolarizzare l’assunzione di cibo. In poche parole, quando facciamo trascorrere troppo tempo tra un pasto e l’altro potremmo soffrire di un attacco di fame, per evitare ciò è utile consumare uno o due spuntini durante la giornata.

Tuttavia affinché la dieta possa funzionare, è opportuno che gli spuntini siano sani, e mangiare la frutta fa bene alla salute. Sebbene quest’ultima sia salutare è ricca di zuccheri e potrebbe essere un problema per coloro che hanno il diabete o altri problemi per cui non possono assumere molti zuccheri.

Tuttavia grazie alla dietologa Alyssa Wilson, possiamo proporvi una piccola lista di frutti a basso contenuto di zuccheri che non aumenteranno i livelli di glucosio nel vostro sangue.

Inoltre la dietista ricorda che sarebbe opportuno mangiare il frutto intero e non il suo succo, e consiglia infine di abbinare la frutta con un grasso o una proteina. Ma vediamo qual è la frutta a basso contenuto di zucchero.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Avena: proprietà, benefici, valori, dieta, cottura e controindicazioni

Fragole

La quantità di zucchero contenente nelle fragole è pari a 4,9 grammi per 100 grammi di fragole. Inoltre questa frutta può essere utile per aumentare il colesterolo buono e per ridurre la pressione sanguigna.

Lamponi

Un altro frutto a basso contenuto di zuccheri, è il lampone in quanto contiene solo 4,4 grammi di zuccheri ogni 100 grammi di lamponi.

Pompelmo

Le quantità di zucchero contenente nel pompelmo sono 7 grammi per ogni 100 grammi di frutto. Inoltre il pompelmo riduce il rischio di diabete di tipo 2 e mantiene regolari i livelli di insulina.

Kiwi

Anche ogni 100 grammi di kiwi contengono solo 9 grammi di zuccheri. Inoltre questo frutto è anche un’ottima fonte di vitamina E, utile a proteggere la pelle dai raggi solari.

Avocado

L’avocado è uno dei frutti che contengono meno zuccheri, solo 0,7 grammi ogni 100 grammi di frutto, inoltre è ricco di grassi sani.

Pesca

Sebbene una pesca matura possa essere abbastanza dolce, 100 grammi di pesche in media contengono 5,80 grammi di zuccheri. Tuttavia questo frutto è anche ricco di antiossidanti, ferro e vitamine. Vale la pena mangiarlo come spuntino.

Pesca aperta
Pesche (Pixabay)

Arancia

L’arancia non solo è un’ottima fonte di vitamina C ma contiene anche 14 grammi di zucchero per ogni frutto. Inoltre è utile per rafforzare il sistema immunitario.

Melone

Una fetta di melone contiene solo 11 grammi di zucchero. Inoltre tale frutto è ricco anche di acqua, vitamina C e potassio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Masticare i semi di melone: proprietà, benefici e controindicazioni

More

Le more proprio come le fragole contengono 4,9 grammi di zuccheri ogni 100 grammi. Inoltre sono un’ottima fonte di fibre, proteine e antiossidanti.

Limone

Sebbene sia difficile mangiare un limone, quest’ultimo è un ottimo alleato della dieta, infatti contiene 2 grammi di zuccheri ed è ricco di vitamina C. E’ possibile beneficiare delle proprietà del limone aggiungendolo all’acqua o anche sull’insalata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *