Burro di karitè: un prodotto cosmetico fondamentale in inverno

Cos’è il burro di karitè, quali sono i suoi principali impieghi, funzioni benefiche e dove acquistarlo.

burro di karitè

Il burro di karitè si caratterizza per essere una sostanza che si ottiene dai semi della Vitellaria paradoxa, ovvero una pianta che fa parte del gruppo delle Sapotacee e che presenta una notevole diffusione in Africa. I semi di questa pianta vengono anche denominati “noci di karitè”. Tale pianta si presenta con le dimensioni di un normale albero, anche in virtù del fatto che può toccare un’altezza compresa tra 10 e 15 metri, così come il diametro del tronco riesce ad arrivare senza troppi problemi ad un metro. Dalle noci di karitè, quindi, si può ricavare una sostanza dalla consistenza simile al burro che presenta delle caratteristiche ottime sia per l’uso culinario che in ambito cosmetico. In modo particolare, è la tradizione alimentare africana a prevederne l’impiego in cucina. Questo particolare burro, quando si trova nella forma grezza, presenta una colorazione molto simile al giallastro, oltre che un odore tendenzialmente dolciastro. Per quanto riguarda l’impiego in ambito cosmetico, questa forma grezza viene adeguatamente lavorata e processata, per fare in modo di ottenere un burro che non abbia alcun tipo di impurità e che sia anche deodorizzato.

Quali sono i benefici principali del burro di karitè

burro di karitè

Questo particolare burro presenta delle proprietà davvero molto interessanti per il corpo umano, come quella nutriente, emolliente e idratante. Ecco spiegato il motivo per cui viene ritenuto un perfetto cosmetico naturale per il trattamento della pelle. Numerose ricerche hanno messo in evidenza anche il suo ruolo importante nella protezione della pelle rispetto ai raggi del sole. Inoltre, viene spesso usato anche prodotto cosmetico per svolgere un’attività di prevenzione rispetto alla formazione delle rughe, così come per conservare la pelle il più giovane e delicata possibile. Non dobbiamo dimenticare come le prime ad utilizzare questo particolare burro furono le donne africane, che hanno ottenuto dei risultati straordinari, visto che la loro pelle è sempre molto morbida e delicata anche durante l’anzianità. Un effetto benefico importante, al punto tale che le noci di karitè vengono ritenute da diverse popolazioni africane come il frutto dell’albero della giovinezza. All’interno di questo particolare burro troviamo anche delle proprietà antiossidanti, che riescono a favorire la protezione della pelle rispetto all’attività dei radicali liberi. Quest’ultima azione è strettamente correlata alla buona concentrazione di vitamina E al suo interno, senza dimenticare come può contare anche sulla vitamina A e D. Applicare questo prodotto cosmetico sulla pelle permette anche di conservare il colore naturale della cute, ma al tempo svolge un’azione idratante e nutriente, oltre che di protezione contro tutta una serie di agenti esterni, come ad esempio le basse temperature, il vento e i raggi del sole. Questo burro presenta anche importanti proprietà cicatrizzanti e lenitive rispetto a diversi dolori. Per questa ragione, può essere utile per contrastare i fastidi derivanti da piccole scottature, ma anche rispetto ai dolori derivanti da contusioni, quelli che colpiscono le articolazioni e i muscoli. Inoltre, questo burro presenta notevoli proprietà emollienti e, per tale ragione, si può considerare come un prodotto perfetto per la cura e protezione delle labbra rispetto ai vari agenti esterni: si tratta di un ottimo rimedio da adottare soprattutto durante la stagione invernale, quando freddo e vento imperversano senza tregua. Quindi si può usare come prevenzione nei confronti delle screpolature non solamente delle labbra, ma anche dei piedi e delle mani.

Come viene utilizzato il burro di karitè

burro di karitè

Questo prodotto si può considerare come un buonissimo rimedio naturale, ma anche come un cosmetico che si può sfruttare in un gran numero di occasioni. Infatti, può essere usato come prodotto singolo sia per garantire un adeguato nutrimento che una notevole idratazione della pelle, sia per tutto il corpo che soprattutto per il viso e le mani. La crema a base del burro di karitè si può utilizzare con una funzione idratante soprattutto dopo aver fatto la doccia o il bagno, massaggiando sulla pelle ridotti quantitativi quando quest’ultima è ancora umida. Durante la stagione invernale si può considerare come un ottimo rimedio per il viso, visto che garantisce lo svolgimento di un’azione nutriente, ma anche di protezione della pelle nei confronti delle varie intemperie. Quando si applica sul viso, deve essere usata sempre una ridotta quantità, applicandola direttamente con le dita. Inoltre, si può impiegare come crema protettiva e nutriente per le mani, che si dovrebbe usare sempre prima di uscire di casa. Per le mani che sono già secche e particolarmente screpolate, si può impiegare per creare una sorta di impacco curativo da usare e lasciar agire durante la notte. Il burro di karitè può rappresentare anche un’ottima alternativa al burro cacao e, di conseguenza, essere impiegato come un vero e proprio balsamo per le labbra, che si può portare con sé in qualsiasi posto.

Altri impieghi del burro di karitè

burro di karitè

Questo prodotto non viene sfruttato solamente per la cura della pelle, dal momento che può svolgere un’azione benefica anche nei confronti dei capelli, soprattutto quando sono secchi e le punte ne risentono molto. Esattamente sulle punte dei capelli c’è la possibilità di effettuare degli impacchi da applicare prima di fare lo shampoo, facendo in modo che agisca per qualche minuto. Sia per il fissaggio che la lucidatura dei boccoli si può usare questo burro, ma solamente quando sono completamente asciutti. Inoltre, può rappresentare un’ottima alternativa alle cere per i capelli, in special modo quando sono corti. Infine, negli uomini può essere sfruttato come ottima crema da barba, visto che è in grado di svolgere un’azione rimarginante sui taglietti che possono comparire dopo la rasatura tradizionale. Inoltre, per le donne può essere usato con il medesimo scopo in seguito alla depilazione. Le donne che sono in gravidanza, invece, possono sfruttarlo come crema da spalmare sul pancione, visto che svolge un’attività di prevenzione nei confronti delle smagliature. Inoltre può essere utilizzato anche per la cura di irritazioni ed eruzioni sulla cute di ridotte dimensioni, ma anche sulle varie punture di insetti e sulle zone della pelle in cui si manifesta prurito. In alcuni casi può tornare utile anche per lenire delle piccole bruciature, così come per dare sollievo contro lievi scottature solari. Inoltre, si può considerare come una buona alternativa rispetto alle creme commerciali che servono sia come attività preventiva che come trattamento degli arrossamenti dovuto al pannolino.

Dove si può acquistare

burro di karitè

Il burro di karitè si può comprare in diversi negozi, soprattutto erboristerie oppure quelli che vendono prodotti biologici, ma anche sul web. In alcuni casi si può trovare anche presso i supermercati. In quest’ultimo caso si deve prestare la massima attenzione all’INCI, su cui deve essere riportata la scritta Butyrospermum Parkii Butter (oppure Shea Butter). Ci sono diversi negozi online, infatti, in cui c’è la possibilità di comprare sia il burro di karitè puro che quello biologico. State sempre ben attenti quando acquistate questo burro puro: infatti quando contiene altre profumazioni oppure ulteriori ingredienti, allora in realtà non è tale.