Setter irlandese, un cane docile e affettuoso, perfetto per la famiglia e i bambini

Il setter irlandese, è una razza di cane che, come ci suggerisce il termine, ha origini irlandesi, di colore rosso mogano, oppure rosso o bianco.

setter irlandese

Il setter irlandese, come ci suggerisce la parola stessa, è una razza canina che ha origini irlandesi ed è possibile trovarlo di colore rosso, rosso mogano o bianco. Tale specie è ideale per la caccia in campagna, ma si presta benissimo per le mostre canine. Il maschio del setter irlandese ha una statura di circa 70 centimetri, mentre l’esemplare femmina di circa 65 centimetri, ed il peso maschile si aggira sui 27-40 chilogrammi, e quello femminile sui 25-32 chilogrammi.

Tendenzialmente il setter irlandese ha una costituzione magra ed un fisico asciutto, per questo vi consigliamo di dosare con estrema precisione tutte le razioni degli alimenti, e di tanto in tanto sarebbe opportuno pesarlo mediante l’impiego di una bilancia adeguata, oppure dal vostro veterinario di fiducia.

La forma del suo muso è allungata, con la canna nasale molto dritta e tartufo nero, mentre gli occhi sono tendenzialmente di colore marrone scuro e le orecchie sottili hanno una forma triangolare. La sua coda orizzontale presenta delle frange, mentre il pelo che lo riveste, tranne quello che si trova sulla testa, è molto lungo, di colore rosso mogano, luminoso e dorato e sempre non è presente il nero. Se il vostro setter irlandese ha una macchia bianca sul petto, dovete sapere che oggi è tollerata per i canoni di bellezza, ma non desiderata, anche se dai vecchi allevatori era molto ricercata, in quanto sinonimo di qualità venatorie elevate.

La lunghezza del pelo tipico di tale razza, impiega qualche anno per raggiungere la proporzione adeguata. Tale cane è molto longevo e prolifico se consideriamo la sua mole e può arrivare anche ai 15 anni di vita. La sua andatura è caratterizzata da un galoppo veloce e particolarmente sciolto, che lo fa distinguere dalle altre razze canine.

Origine del Setter irlandese

Il Setter irlandese ha origini molto antiche e, secondo le ricostruzioni oramai accertate, è più remota di quella inglese. Discendente del Bracco spagnolo, si diffonde in tutta Europa con una buona rapidità (anche se alcuni mercati, come quello italiano, tendono a preferire quello inglese).

Carattere del Setter irlandese

Il Setter irlandese è un cane vivace, pieno di energie, piuttosto affettuoso e amante delle coccole. È inoltre un animale molto intelligente, facilmente addestrabile, che ama la libertà e il movimento: tuttavia, se abituato fin da piccolo, può ben vivere anche all’interno di un appartamento, a patto che siano lui garantite discrete attività all’aria aperta.

Naturalmente, quanto sopra non sta a significare che la gestione di un Setter irlandese sia sempre così rose e fiori! Questi cani a volte subiscono particolari stress e finiscono sotto tensione (di frequente potrebbe capitare di vederli tremare) e a volte si intestardiscono. Non ama la solitudine e cerca costantemente il contatto umano, anche se con gli estranei potrebbe avere qualche problema di socialità.

Generoso, può essere anche un buon cane da compagnia e un buon compagno di gioco per i bambini, a patto che lo si educhi correttamente fin dai primi mesi di vita (in caso contrario, può diventare troppo timido).

setter irlandese

Questo cane non può vivere da solo, chiuso in un appartamento, e necessita di uno spazio aperto anche se piccolo, per dare libero sfogo alle energie. Il setter irlandese è molto affettuoso ed è sempre alla ricerca del contatto umano, e si può educare facilmente grazie alla sua intelligenza, anche se ha un carattere tendenzialmente testardo e spesso controverso.

Ha una sistema nervoso molto sensibile, per questo è facile vederlo tremare in caso di forti emozioni. Per questo necessita di molta calma e pazienza ed è importante conoscere il suo carattere per saperlo educare, specialmente nell’addestramento, ed inoltre non tollera maniera forti e nervosismo in generale. Una volta in grado di conquistare la fiducia del suo padrone è un cane altamente affidabile e affettuoso.

Tendenzialmente il setter irlandese è molto socievole con gli altri cani e con altri animali, fatta eccezione per la selvaggina, verso la quale nutre una naturale tendenza ad incalzarla. Se tale razza non viene impiegata per la caccia, si adatta benissimo a vivere in famiglia ed anche a contatto con i bambini. Il setter irlandese si presenta esteticamente come un cane molto simpatico negli atteggiamenti, dallo sguardo dolce ed affettuoso, e quando è cucciolo, appare molto buffo. Queste sue caratteristiche lo fanno un cane molto amato dai bambini, con i quali si trova alla perfezione, avendo un carattere tendenzialmente materno. Oggi che la caccia non è più praticata come sostegno all’alimentazione come lo era in passato, il setter viene sempre più utilizzato come animale da compagnia, grazie alla sua propensione al contatto con l’uomo.

Setter irlandese: come sceglierlo e malattie frequenti

setter irlandese

Tra i setter irlandesi più scelti, di certo quello con il mantello rosso è il più diffuso, mentre quello dal pelo bianco o arancio, presenta sulla base bianca diverse macchie rosse. Questo è anche il colore classico del setter, e quello generalmente considerato più pregiato. In entrambe i tipi, lo splendore del manto e la vivacità devono essere al massimo, inoltre sono consentite punteggiature, ma mai l’intera mescolanza tra i due colori sul viso, nelle zampe, sugli arti anteriori fino al gomito e sugli arti posteriori fino al garretto.

Una delle patologie più comuni che colpisce il setter irlandese è la displasia dell’anca, l’atrofia progressiva della retina ed inoltre la torsione dello stomaco, che tendenzialmente è molto pericolosa per tutte le razze canine. Proprio per questo vi consigliamo visite periodiche dal veterinario per tenere sempre sotto controllo la salute del vostro amico a quattro zampe.

Gli standard di razza del Setter irlandese

Occupiamoci ora rapidamente di quelli che sono gli standard di razza del Setter irlandese:

  • Aspetto generale: distinto e atletico, amichevole e armonico nelle proporzioni.
  • Comportamento: è un cane intelligente, ricco di energie, affettuoso con il padrone.
  • Testa: lunga e asciutta, non troppo pesante agli orecchi. Il muso e il cranio sono di uguale lunghezza.
  • Cranio: ovale da orecchio a orecchio, con protuberanza occipitale ben marcata. Il tartufo è di colore mogano scuro, noce scuro o nero. Le narici sono ampie. Il muso è moderatamente profondo e piuttosto quadrato all’estremità. Le mascelle sono di lunghezza quasi uguale, i denti si chiudono a forbice. Gli occhi sono di colore nocciola scuro o marrone scuro; non troppo grandi. Le orecchie sono di media misura, attaccate basse e bene indietro.
  • Collo: lungo, muscoloso, non troppo spesso, arcuato.
  • Corpo: proporzionato, con torace profondo, stretto davanti, costole ben cerchiate.
  • Coda: media lunghezza, proporzionata alla taglia del corpo, con attaccata piuttosto bassa.
  • Arti anteriori: le spalle sono sottili in punta, profonde e ben inclinate dietro. I gomiti sono liberi e ben abbassati, l’avambraccio è diritto.
  • Arti posteriori: ampi e potenti, con gambe lunghe e muscolose, ginocchio ben angolato, garretti non deviati, piedi piccoli.
  • Mantello: pelo corto e fine su buona parte del corpo, piatto e possibilmente privo di riccioli o ondulazioni.
  • Colore: castano dorato senza traccia di nero, ma possibile sezione bianca sul petto, gola e dita, o piccola stella sulla fronte o stretta striscia sul naso o faccia.
  • Taglia: altezza al garrese tra 58 e 67 cm per i maschi e tra 55 e 62 cm per le femmine.

Alimentazione del Setter irlandese

Il Setter irlandese è un cane che, per sua natura, tende a ingrassare facilmente, soprattutto se vive in ambiente domestico e non è abituato a una frequente attività fisica. Ne consegue che viene richiesta una alimentazione semplice, che sia facilmente assimilabile dal cane. Peraltro, si tenga conto che la crescita del cucciolo del Setter irlandese è molto lenta, e dunque la sua alimentazione dovrà essere molto equilibrata per almeno tre anni.

Per poterne sapere di più vi consigliamo naturalmente di ricorrere a un esperto veterinario.

Previous ArticleNext Article