Dieta del minestrone: menu e consigli per perdere peso in poche mosse

La dieta del minestrone è il regime alimentare che ci permette di associare la perdita di peso con la possibilità di gustare verdure di stagione.

donna magra
(Foto Pixabay)

Il minestrone è uno di quei piatti, come ad esempio l’insalata, di cui esistono innumerevoli versioni in quanto ognuno può creare la propria versione preferita, togliendo o aggiungendo ingredienti e componenti, sperimentando così mille sapori.

Naturalmente tutti coloro che inizieranno a sperimentare questa dieta non potranno che ricevere uno sguardo di piena approvazione da parte della mamma che ha sempre provato a rifilare il minestrone fin da quando si era bambini.

Grazie alla dieta del minestrone ed ai consigli che possiamo vedere di seguito avremo la possibilità di dimagrire e di poter gustare tutti gli ortaggi e le verdure che questa estate ci offre.

Dieta del minestrone

Come per la maggior parte delle diete anche nella dieta del minestrone è necessario rispettare alcune regole per far in modo che si abbiamo risultati concreti.

minestrone
(Foto Pixabay)

Innanzitutto occorre sapere che è indispensabile il consumo di 2 litri di acqua al giorno, l’esclusione di sale e di zucchero e un po’ di movimento.

Inoltre durante i giorni della dieta, il minestrone è l’unica cosa che si può mangiare sempre. Stando attenti a rispettare le quantità e considerando il peso dei cibi crudi, da pesare prima della cottura.

Ricordiamoci che è sempre bene rivolgersi ad un esperto nutrizionista, in particolare se soffrite di malattie, se si assumono farmaci (in particolare anticoagulanti).

Questo tipo di alimentazione è sconsigliata per i diabetici, per le persone allergiche ad alcuni componenti o se siete in uno stato di gravidanza/allattamento.

Menu della settimana

Lunedì

  • Colazione: una tazza di tè, come spuntino succo di frutta senza zuccheri aggiunti.
  • Pranzo: minestrone e frutta.
  • Cena: minestrone e frutta (evitando quella più calorica come uva e banane).

Martedì

  • Colazione: una centrifuga di verdure.
  • Pranzo: minestrone accompagnato da un contorno di verdure cotte.
  • Cena: come il pranzo ma con l’aggiunta di 200 g di patate lesse.

Potrebbe interessarti anche: Dieta della patata: schema, consigli utili, pratici e validi

Mercoledì

  • Da ripetere uguale al martedì.

Giovedì

  • Colazione: cappuccino
  • Pranzo: pranzo 150 g di ricotta (oppure 200 g di yogurt) e una banana.
  • Cena: minestrone.

Venerdì

  • Colazione: caffè
  • Pranzo: a base di minestrone e 250 g di carne magra cotta al forno o alla piastra.
  • Cena: minestrone, con 200 g di carne di pollo o di tacchino e contorno di 150 g di pomodori.

Sabato

  • Colazione: tè.
  • Pranzo: a base di minestrone e 250 g di pesce con contorno di insalata.
  • Cena: minestrone, pollo e verdure al vapore.

Domenica

  • Colazione: caffè e due fette biscottate integrali.
  • Pranzo: con 150 g di riso con verdure miste, e poi un altro piatto di verdure al vapore.
  • Cena: con minestrone seguito da barbabietole e cetrioli.

In merito agli spuntini e alle merende è opportuno alternare centrifugati di frutta e verdura, con un tè o un caffè.  

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *