Coronavirus, Tiberio Timperi ricorda il lutto che lo ha colpito: “Grande dolore”

Coronavirus, Tiberio Timperi ha ricordato in una recente intervista ha voluto ricordare una persona cara che non è riuscita a vincere la sua battaglia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiberio Timperi (@ttimperi)

Parliamo di uno dei conduttori più amati della televisione pubblica. Ma anche di un giornalista e professionista serio, che nel corso degli anni è approdato alla Rai per meriti e professionalità. A 56 anni resta una punta di diamante nella squadra della rete pubblica, che si coccola lui ed altri pochi colleghi. In un periodo difficile come quello che stiamo attraversando, ci sono tante storie da raccontare. Nei mesi dell’emergenza Coronavirus in tanti ci siamo emozionati di fronte a delle vicende umane che hanno toccato il cuore.

–> Leggi anche Romina Power racconta il lutto devastante che l’ha colpita: “Era vita pura”

Non sono mancati i momenti di scoramento, e nemmeno adesso possiamo dire di esserci messo il peggio alle spalle. Ma di sicuro adesso, con la speranza di un vaccino, la strada verso la fine della pandemia sembra potervi intravedere all’orizzonte. Come detto nell’emergenza Coronavirus tante vittime hanno fatto versare lacrime anche ai personaggi dello spettacolo e della televisione. Uno di questi è proprio Tiberio Timperi, che qualche mese fa ha salutato un amico che non ce l’ha fatta in questa terribile pandemia.

In diretta a “Uno mattina in famiglia” il conduttore è scoppiato in lacrime ricordando l’amico scomparso

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiberio Timperi (@ttimperi)

Tiberio Timperi ha raccontato in una recente intervista il dramma personale per la perdita di un amico caro. Che è scomparso durante la prima fase della pandemia. Si tratta di Umberto Forcella, che durante una puntata di Uno mattina in famiglia, condotto insieme a Monica Setta, è stato ricordato dal conduttore.

–> Leggi anche Maria De Filippi, lo smaschera: il rischio della denuncia

“Rimanere in casa è una battaglia. Dobbiamo continuare a lottare. Ho perso un caro amico, morto di coronavirus. Ha collaborato in questa azienda, ha contribuito a fare grande questa azienda. Si tratta di Umberto Forcella, un dirigente”. Parole che hanno commosso il pubblico all’epoca e che hanno emozionato adesso. Il conduttore spera, come  tutti gli italiani, che si possa arrivare al più presto alla fine della pandemia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiberio Timperi (@ttimperi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *