Principe Carlo: il rimpianto per quelle telefonate imbarazzanti con Camilla

Il Principe Carlo di Galles ricorda ancora con amarezza quelle telefonate imbarazzanti con Camilla mentre era sposato con Lady Diana.

Carlo telefonate Camilla
(Getty Images)

Uno scrittore molto vicino al Principe Carlo d’Inghilterra svela i segreti di quel lontano 1989. Allora il Principe consumava una relazione adulterina con Camilla mentre era sposato con Diana Spencer. In quel tempo i due si scambiavano telefonate a luci rosse, poi registrate e giunte alle orecchie di Lady Diana. Con rimpianto, ancora oggi, il Principe si dice profondamente amareggiato per aver tradito apertamente l’ormai ex moglie. Tutti i dettagli.

Il Principe Carlo ricorda con rammarico quelle telefonate a Camilla

Howard Hodgson, scrittore britannico molto vicino al Principe Carlo, svela alcuni dettagli sulla relazione adulterina con Camilla. Nel 1989 infatti, il Principe che era ancora sposato con Diana Spencer, aveva una tresca amorosa con Camilla Parker Bowles. I due si conoscevano già da tempo e si sono sempre detti innamorati follemente l’una dell’altra. Il matrimonio con Lady Diana, secondo quanto dichiarato, sarebbe avvenuto solo per rispetto di un iter imposto dai reali per la successione dinastica. In quelle telefonate piccanti e imbarazzanti, i due si dichiaravano amore: “Non posso iniziare la settimana senza di te”, diceva Camilla.

Carlo e Camilla
(Getty Images)

In quelle telefonate alle spalle di Lady Diana, i due programmavano i loro incontri nascosti e segreti, per quanto poi fossero giunte alle orecchie sbagliate tramite delle registrazioni. “Prenderò qualsiasi cosa per te. Questo è l’amore.” Nel 1993 quel famoso nastro vide la luce del giorno, ma Carlo si era già separato da Lady Diana. Tuttavia lo scalpore fu molto in quanto sia Carlo che Camilla erano sposati con altre persone. Non fu sorprendente che il matrimonio tra Camilla e l’allora marito Andrew Parker Bowles andò in frantumi.

L’imbarazzo della Famiglia Reale

Lo scrittore che ha realizzato una personale autobiografia del Principe ricorda come, dopo anni, quell’episodio ancora affligga l’animo di Carlo. Dice che è ben consapevole del fatto che le persone non nutrano simpatia nei suoi confronti o nei confronti della monarchia inglese, soprattutto dopo la morte sospetta di Lady Diana. Ancora oggi infatti Carlo si dice profondamente dispiaciuto per aver messo in imbarazzo l’intera famiglia, dalla Regina, a Lady Diana ai suoi figli Harry e William.

La seconda telefonata e la storia del Revenge Dress di Lady Diana

Dopo aver conosciuto lo scandalo che vedeva come protagonisti il Principe Carlo e Camilla, si pensa che Lady Diana abbia messo in atto un piano di vendetta (si ricordi quell’episodio del famoso Revenge Dress che Diana avrebbe indossato provocatoriamente ad un festa in cui si presentò completamente sola). Anche se questa ipotesi non è affatto sicura, in quanto altre voci confermano che anche la Principessa, da tempo, si sentiva di nascosto con il proprio amante o presunto tale. Un anno prima del “Camillagate”, è emersa una registrazione in cui una donna, presumibilmente Diana Spencer, parlava in maniera dolce e amorevole con un vecchio compagno di scuola, James Gilby. La conversazione sarebbe avvenuta alla vigilia di Capodanno del 1989 e resa pubblica nel 1992, esattamente un anno prima di quella che riguardava Carlo e Camilla.

Durante la registrazione di Diana sembra che avesse detto al compagno di come il marito la trattasse male facendola sentire triste e vuota. E’ emersa anche una frase sulla Regina Elisabetta: “Non è odio. È un misto di pietà e preoccupazione. Ogni volta che ti guardo, tu guardi me, poi distogli lo sguardo e sorridi.” Diana Spencer, dunque, avrebbe rivelato i cattivi sguardi che le venivano rivolti dalla Regina. Il divorzio con Carlo avviene nel 1996, mentre il nuovo matrimonio con Camilla viene ufficializzato nel 2005, con l’approvazione di tutta la Famiglia Reale.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *