Royal Family: il gesto di Harry che sorprende tutti, di cosa si tratta

Royal Family: il Duca Harry stupisce tutti con un gesto d’amore verso i più deboli. Di cosa si tratta.

Royal Family Harry
(Getty Images)

Harry e Meghan, da sempre, sono impegnati sul sociale. Di recente il Duca di Sussex ha donato 1,5 milioni di sterline ai bambini africani bisognosi tramite una società di beneficienza che lui stesso ha fondato, insieme ad un collaboratore. Si tratta di una delle donazioni benefiche più consistenti da parte del figlio di Diana e Carlo. Che abbia preso i soldi dalle casse dei Reali inglesi? Tutti i dettagli.

Royal Family: il gesto di Harry e Meghan in aiuto ai bambini poveri africani

Da qualche mese, il Principe Harry ha deciso di commissionare ad un noto scrittore britannico la propria autobiografia. Attesissima in tutte le librerie e biblioteche, promette già bene a livello remunerativo. E’ proprio per questo successo imminente che, il Duca di Sussex e consorte hanno deciso di devolvere 1,5 milione di sterline ad un ente benefico che si occupa della salvaguardia e dell’educazione dei bambini africani in difficoltà. Sempre più precaria è infatti la situazione di certi paesi in Africa, ridotti al lastrico, in cui mancano ospedali, scuole, acqua potabile. E a rimetterci maggiormente sono sempre i più deboli, ovvero i bambini. L’organizzazione creata da Harry e Meghan si occupa proprio del primo soccorso e delle cure mediche per i profughi africani.

Royal Family
(Getty Images)

L’associazione no profit di Harry e Meghan

La somma di denaro versata per aiutare i bambini africani più vulnerabili è ricavata dall’anticipo che l’editore dell’autobiografia di Harry deve al duca di Sussex. Grazie a questi soldi, Harry è riuscito a offrire cure mediche e strumenti per il primo soccorso ad enti in grado di salvaguardare i bambini dell’Africa meridionale. L’annuncio è stato dato dallo stesso Harry e da Meghan ormai trasferitisi negli Usa. L’obbiettivo è offrire supporto ai bambini vulnerabili dell’Africa meridionale sul fronte di bisogni immediati come l’accesso all’assistenza sanitaria vitale o la formazione per lo sviluppo di capacità che permettano loro di essere più resistenti e autosufficienti in futuro. Harry si dice fiero di essere l’immagine principale di questo cambiamento e di averlo supportato finanziariamente.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *