Stasera in tv, Rai: Imma Tataranni al Lunedì, Ranucci fa da contraltare

Stasera in tv, la Rai punta su Imma Tataranni che cambia giorno per la penultima puntata di stagione. Il secondo canale ripiega su NCIS e Raitre ha Report.

Imma Tataranni, la seconda stagione (Getty Images)
Imma Tataranni, la seconda stagione (Getty Images)

La settimana televisiva della Rai comincia con un cult che cambia giorno, ma per una buona causa: “Imma Tataranni – sostituto procuratore” passa al Lunedì in occasione della penultima puntata. L’ultimo atto della fortunata serie targata Mamma Rai andrà in onda al Martedì come di consueto.

Leggi anche – Dolce alle mele dietetetico con solo due ingredienti: ricetta facile e veloce

Stasera in tv, le scelte Rai: Imma Tataranni per l’ammiraglia, Raitre con le inchieste di Report

Sigfrido Ranucci nella serata di Raitre (Getty Images)
Sigfrido Ranucci nella serata di Raitre (Getty Images)

La ragione di questo doppio appuntamento è, in primis, per ragioni di Share e poi per fare da apripista a quello che ci sarà la settimana prossima. Imma Tataranni, infatti, lascia il posto a “Un Professore” con Alessandro Gassmann che ritrova la rete ammiraglia del Servizio Pubblico dopo il successo de “I Bastardi di Pizzofalcone”. Ruolo diverso, ma stessa intensità. Sul Due, invece, c’è NCIS Los Angeles.

La celebre saga nel segno del giallo rimpiazza “Quelli Che Il Lunedì”, spostato al Giovedì per motivi di ascolti, e spera di riportare pubblico sul secondo canale. La terza rete, invece, si affida ancora una volta alle inchieste di Sigfrido Ranucci: “Report”, con il suo occhio indiscreto e sferzante, racconta il Paese dal punto di vista di chi indaga per fare informazione. Lo stesso Ranucci, da qualche settimana, è sotto scorta. L’inchiesta sui vaccini anti-Covid, inoltre, ha fatto discutere non solo l’opinione pubblica ma anche la politica italiana. Alcuni passaggi della puntata sono stati oggetto di analisi e controversie. Materiale che ha fatto breccia sul pubblico, come accade ogni settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *