Ecco il cibo per abbassare il colesterolo cattivo, non ve lo aspettereste mai

Ecco il cibo per abbassare il colesterolo cattivo, basta mangiarlo due volte a settimana e i risultati sono garantiti. Inoltre è buono.

Sardine contro colesterolo
Sardine (pixabay-dana tentis)

Ecco il cibo per abbassare il colesterolo cattivo, basta mangiarlo due volte a settimana. Il colesterolo alto è un problema che affligge molti ed è pericoloso.

Questa condizione può portare a gravi malattie cardiovascolari. Spesso il colesterolo peggiora a causa delle cattive abitudini. Ossia una dieta poco sana e genuina e mancanza di esercizio fisico.

Per facilitare  e prevenire l’insorgenza di patologie, ecco alcuni alimenti che possono portare benefici alla circolazione e al cuore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Quale pesce mangiare per prevenire le malattie del cuore: parlano gli esperti

Alimenti buoni per il colesterolo

Sardine fonte nutrizionale
Sardine (pixabay-Dana Tentis)

Esistono alcuni alimenti che sono importanti per la circolazione e il colesterolo. Alcuni sono le sardine, appartengono alla famiglia dei pesci azzurri. Contengono molti nutrienti benefici per la salute.

Gli acidi grassi essenziali riducono la possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari. Le sardine abbassano quindi i livelli di colesterolo nel sangue. Perciò sarebbe bene mangiare due volte alla settimana.

Questi alimenti aiutano anche a ridurre la pressione sanguigna. Cosa fondamentale per chi soffre di ipertensione. Le sardine inoltre non contengono nemmeno metalli pesanti nella loro composizione, a differenza di quelli più grandi.

Le sardine contengono proteine di alto valore biologico. Pertanto hanno tutti gli aminoacidi essenziali e sono digeribili facilmente.

Assumere proteine in grandi quantità è fondamentale per prevenire la progressione di patologie che portano all’artrofia muscolare. Negli adulti sedentari si consiglia l’assunzione di 1,2 grammi di proteine per chilogrammo al giorno.

Ma le proteine non sono l’unico componente positivo delle sardine, hanno anche acidi grassi essenziali omega 3. Questi nutrienti preservano la salute della massa magra e prevengono la comparsa di disfunzioni e la loro distruzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Gli alimenti da evitare dopo i 30 anni per rimanere in peso forma

Le sardine inoltre contrastano l’osteoporosi, una malattia diffusa nelle donne che hanno superato la menopausa. Questa patologia causa una riduzione della densità ossea, aumentando il rischio di fratture.

Sardine scatola
Sardine (pixabay-lola56)

Il calcio è essenziale per prevenire questo problema e le sardine ne contengono grandi quantità. Riducono l’incidenza di osteoporosi.

Per questi motivi è fortemente consigliata l’introduzione delle sardine nella propria dieta. E le spine che contengono devono essere consumate tanto quanto, perché sono fonti importanti. La parte centrale invece va buttata.

Evitare però di friggere le sardine, meglio cuocerle a bassa temperatura, al forno o alla griglia. Anche quelle in scatola al naturale vanno bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *