Pasqua con il diabete, cosa mangiare e come regolarsi

Pasqua con il diabete, cosa mangiare e come regolarsi in questi due giorni di cibo sfrenato. Tutto è possibile se si ha il controllo. 

Tavola Pasqua
Tavola Pasqua (pixabay-photosforyou)

Pasqua con il diabete, cosa mangiare e come regolarsi in questi due giorni di cibo sfrenato. Quando ci sono delle festività, per chi soffre di malattie come il diabete è un incubo.

Si è esposti di continuo a una quantità immensa di cibo senza poter mangiare quasi nulla. Tuttavia ci sono alcune regole da seguire che consentiranno anche a chi ha delle patologie di gustarsi un buon pranzo.

Calcolare i carboidrati e le dosi d’insulina non è certo divertente e mette in condizioni difficili chi deve preparare da mangiare. Ecco allora come fronteggiare il problema.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Come fare un make-up luminoso over 60 di successo

Pasqua con il diabete, cosa fare

Diabete
Diabete (pixabay-stanias)

Vivere una festività a pieno anche a tavola è fondamentale per stare sereni e godersi la giornata. Chi però è affetto da diabete ha delle preoccupazioni riguardo al cibo.

Occorre avere consapevolezza in questi momenti e non distrarsi mangiando più del dovuto o alimenti che non vanno mangiati.

Specialmente essendo Pasqua ci sarà molto cioccolato e tanti dolci. Occorre perciò prepararsi prima, calcolando il peso e la quantità di cioccolato che si può mangiare.

Inoltre occorre tenere presente che assorbendo molti grassi senza compensare con le fibre e verdure che rallentano il processo di assorbimento, e con il fatto che i grassi si trasformano in zuccheri anche fino a 5-6 ore dopo i pasti, ci si ritrova con un rischio di avere alti livelli di glicemia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Mangiare il finocchio prima dei pasti: che cosa succede

Serve sempre avere i sistemi per monitorare i valori della glicemia con se. Il valore e l’andamento degli zuccheri all’interno dell’organismo devono essere tenuti sotto controllo costantemente.

Tavola cibo
Tavola cibo (pixabay-RitaE)

Per riuscire ad evitare di stare in ansia nel giorno di Pasqua è meglio seguire qualche regola. Prima di tutto, serve conoscere il menù completo in anticipo, in modo da apportare eventuali modifiche. Fare in modo poi che ci siano sempre delle fibre incluse nei pasti, frutta e verdura.

Occorre poi farsi spiegare nel dettaglio cosa si sta mangiando, quindi gli ingredienti e i grassi contenuti all’interno. Dopo aver mangiato poi serve muoversi per smaltire i grassi. Una passeggiata può aiutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *