La carenza di vitamina D si può vedere dallo stato della pelle

La carenza di vitamina D si può vedere dalla pelle. C’è un sintomo in particolare che indica proprio una mancanza evidente. 

Vitamina D pelle
Vitamina D pelle (pixabay-silviarita)

La carenza di vitamina D si può vedere dalla pelle. Esiste un sintomo ben preciso che indica la mancanza evidente di questa vitamina nel corpo.

Non è affatto da sottovalutare questa condizione. Molte persone non sanno nemmeno di avere carenze perché non ascoltano i segnali che il corpo manda.

Nel caso della carenza di vitamina D, ad esempio un sintomo che fa percepire una carenza è indubbiamente la pelle secca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Primavera: cosa serve per allenarsi all’aperto in modo efficace

La carenza di vitamina D e gli effetti sulla pelle

Pelle secca
Pelle secca (pixabay-designundfotoart)

Le carenze di vitamine sono sempre da non sottovalutare. Il nostro corpo ci manda segnali su come capire quando c’è una mancanza.

Molte persone nemmeno se ne accorgono perché non ascoltano i segnali, invece è importante farlo per sopperire alle mancanze.

Nel caso della vitamina D per esempio, la pelle ci manda molti segnali. Uno di questo è la pelle secca, poco elastica, disidratata e anche desquamata.

Per rimediare a questa carenza ci sono vari modi. Il primo è di trascorre più tempo all’aria aperta esposti al sole, poi seguire una dieta specifica o ricorrere a degli integratori.

In questo modo la pelle tornerà ad essere idrata ed elastica come dovrebbe essere. L’importante è rendersi conto che c’è in corso una carenza per poter risolvere la situazione ed evitare altre patologie.

Il corpo necessita di una quantità precisa di vitamine e sali minerali nel corpo. Pertanto occorre fare tutto il possibile per non farli mai mancare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Come riprodurre le ortensie, fiori all’infinito con un pomodoro e una bottiglia

Nel caso della carenza di vitamina D le conseguenze non sono gravi, ma con altre carenze ci possono essere problemi.

Integratori
Integratori (pixabay-publicdomainpictures)

Ad esempio la carenza di ferro non è positiva e può condurre all’anemia, ossia una patologia che si verifica quando l’organismo non ha abbastanza ferro per produrre emoglobina.

L’emoglobina è una proteina presente nei globuli rossi che è legata all’ossigeno, perché lo trasporta attraverso il sangue in modo da alimentare organi, tessuti e muscoli. Perciò è essenziale.

Pertanto bisogna sempre fornire il corpo con il giusto quantitativo di vitamina e sali minerali, proprio per evitare le carenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *