Regina Elisabetta morte, il mistero dell’escluso dal testamento: non è Harry

Dopo la morte della regina Elisabetta si è messa in moto una macchina che porterà alla attuazione di diversi cambiamenti. E non tutti positivi per alcuni personaggi coinvolti.

La regina Elisabetta ed il nipote Harry
La regina Elisabetta ed il nipote Harry (Foto Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La morte della regina Elisabetta comporta delle conseguenze a vario titolo su tutta l’Inghilterra. Si sa che già da adesso è entrato in vigore un lungo periodo di lutto nazionale, che dovrebbe durare più di tre mesi. Inoltre avranno luogo diverse celebrazioni ed eventi per omaggiare la memora della 96enne, amatissima sovrana.

Infatti il protocollo chiamato “London Bridge”, da attuare proprio ogni volta che un reale inglese viene a mancare, prevede la realizzazione di monete di conio speciale e la stampa di francobolli con su impressa l’effigie della stessa regina Elisabetta, la cui morte ha portato una profonda tristezza in milioni e milioni di persone in tutto il mondo.

Difatti la morte della regina Elisabetta è da considerare come un vero e proprio evento storico, per lei che ha saputo risolvere situazioni difficili nel corso dei suoi 70 anni di regno, che ha interagito di persona con personalità come Winston Churchill e che è riuscita a togliere dal giogo sovietico alcune nazioni come il Ghana, grazie al suo “soft power” esercitato con il notevole carisma che la caratterizzava.

Regina Elisabetta morte, cosa c’è nel testamento

Si sta molto parlando poi anche del testamento lasciato dalla regina. I tabloid si stanno lasciando andare con cadenza quotidiana a tutta una serie di illazioni e di previsioni. Si parla di un patrimonio stimabile in circa 700-800 milioni di euro tra conti correnti, gioielli, beni mobili ed immobili e tanto altro.

E pare che Elisabetta abbia scelto di modificare il proprio testamento ad agosto, appena qualche settimana prima di morire. Quel che sembra certo, in base alle proprie ultime volontà lasciate a chi di dovere, è che Kate Middleton e la nipotina Charlotte erediteranno tanti gioielli della Royal Family.

Si parla di monili di tutti i tipi, che vanno a comporre una collezione costituita da prezzi tutti pregiatissimi e di enorme valore, fra collane, braccialetti, spille, orologi, orecchini e molto altro. Ma anche Camilla, in quanto regina consorte di re Carlo III, otterrà una buona porzione di questi gioielli dei Windsor.

Qualcuno se la passa peggio di Harry e Meghan

E c’è dell’altro: con la nomina reale di Carlo, ora c’è uno “spostamento” di vari titoli nobiliari. Lui che era principe del Galles da una vita ha ceduto questo ruolo al suo figlio primogenito William. Il principe e la principessa del Galles sono coloro che saliranno al soglio reale al prossimo avvicendamento.

Inoltre Archie e Lilibeth Diana, i figlioletti di Harry e Meghan Markle, hanno acquisito direttamente lo status di principe e di principessa, in base ad una vecchia legge reale. Anche se per il secondogenito di Carlo e Diana e per la sua contestata e per nulla amata moglie da parte dei sudditi non si parla di alcun bene tangibile ottenibile dalle ultime volontà della regina.

Infine, resta da valutare anche la posizione di Andrea di York. Quest’ultimo era rimasto coinvolto direttamente in un grave scandalo, e per evitare di andare in tribunale, dove sarebbe stato senz’altro dichiarato colpevole, ha scelto di risarcire in forma privata la donna che lo accusava di molestie avvenute circa vent’anni fa, quando quest’ultima era minorenne. Da questo episodio Elisabetta ha scelto di estromettere Andrea dalla Royal Family, privandolo di ogni titolo e di qualsiasi beneficio. Resta da vedere se anche per un eventuale lascito sarà stato così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.