Un macigno sulle spalle di re Carlo: è successo l’impensabile, adesso è completamente solo

È una situazione che non è capitata neppure in tempo di guerra, re Carlo III deve fare ricorso a tutte le sue risorse. L’ora è buia a Buckingham Palace

Carlo III ad un evento ufficiale della Marina Reale Britannica
Carlo III ad un evento ufficiale della Marina Reale Britannica (Foto Instagram)

Re Carlo III, nel corso del suo ancora brevissimo mandato, ha già assistito alla proclamazione di due primi ministri. Ad inizio settembre c’era stata Liz Truss a prendere il posto del dimissionario Boris Johnson come capo del Governo inglese. Proprio in quei giorni però è venuta a mancare la regina Elisabetta, cosa che ha portato lui a succedere all’illustre madre sul trono.

Ed a fine ottobre 2022, a poche settimane di distanza, la Truss si è a sua volta dimessa, incapace di trovare una soluzione alla grave crisi economica che ha colpito l’Inghilterra, con una inflazione che è anche peggiore della nostra. Tocca ora a Rishi Sunak, ex ministro del Tesoro di Johnson, cercare di risolvere i problemi. Problemi che pure re Carlo III ha.

Lui si è fatto carico di tutti gli impegni che riguardano la corona, a cominciare dalle beghe interne, che pure non mancano. La Royal Family deve infatti relazionarsi malvolentieri con alcuni componenti ritenuti problematici, come Harry e Meghan Markle e come Andrea di York, che con re Carlo III intrattengono pessimi rapporti e che per la Royal Family stessa sono stati fonte di imbarazzo.

Re Carlo III, all’incoronazione i problemi saranno risolti?


GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Si tratta di un momento molto delicato per la nazione, che è ancora provata per la scomparsa della regina Elisabetta. La monarca era data in sostanziali buone condizioni, specialmente mentali. Fisicamente doveva fare i conti già da tempo con gli acciacchi dell’età, dettati dai suoi 96 anni.

L’equipe medica che la seguiva aveva intrapreso delle precise routine per preservare la regina. La quale però è venuta a mancare all’improvviso. E Carlo, pur essendo pronto da una vita e pur trovandosi a diventare il nuovo regnante a ben 73 anni, ha comunque vissuto degli sconvolgimenti non da poco a sua volta.

Nel discorso alla nazione lui è parso comunque pronto, ed il 6 maggio 2023 vivrà il momento della sua incoronazione. Però il fatto di avere dovuto interfacciarsi con due primi ministri rappresenta l’emblema di come l’Inghilterra tutta stia vivendo un momento di grossa difficoltà, con la fondamentale figura del premier che manca, e con il re che non ha ancora consolidato un rapporto di fiducia con il capo del Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.