Allarme Loperamide

La loperamide, farmaco commercialmente conosciuto come Imodium, è uno degli anti-diarroici più conosciuti e commercializzati. La sua funzione si esplica legandosi ai recettori degli oppioidi della sottofamiglia μ,κ e δ, in particolare a quelli del plesso mioenterico, provocando una riduzione del rilascio di acetilcolina e prostaglandine e quindi, in termini pratici, rallentando la motilità e della peristalsi gastrointestinale, una riduzione delle secrezioni intestinali e l’aumento del riassorbimento di acqua dal materiale fecale; la molecola inoltre induce contrazione degli sfinteri, riducendo lo stimolo e la frequenza delle evacuazioni, tutte anzioni che nell’insieme limitano la diarrea. Utilizzato nei dosaggi consigliati, solo una piccola quota di tale farmaco entra nel circolo sanguigno senza creare alcun problema ma, quando le dosi assunte oltrepassano quelle previste, una porzione non trascurabile di tquesto si immette nel circolo sanguigno, raggiunge il cuore ed il cervello e, a questi livelli, esplica i peggiori effetti collaterali.

Imodium: caratteristiche e utilizzi di questo medicinale antidiarroico

In particolare sembra che negli ultimi anni si sia diffusa, tra i più giovani, l’abitudine di assumere la Loperamide in grandi quantità per sfruttare il suo effetto centrale, in quanto appartenente alla famiglia degli oppiodi, e per sentirsi meglio. D’altra procurarselo è semplice: basta andare in farmacia, senza alcuna prescrizione medica ed il gioco è fatto; ecco perchè definito dall’FDA (Food and Drug Administration) come “il Metadone dei poveri”.

Oltre ad aumentare il tono dell’umore, la Loperamide può aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi di astinenza da eroina, fentanil o altri oppioidi. “La ragione principale per un uso improprio da parte degli individui anallizzati era proprio di alleviare gli effetti dell’astinenza da oppiacei e di ottenere una sensazione piacevole assumendo una dose più elevata di quella etichettata“, scrivono gli autori dell’ultimo studio a riguardo, guidati da Vincent Lee, tossicologo della Northwell Health.

La cosa ancora più preoccupante per questi e per l’FDA è che pare che le persone non abbiano pensato a questa soluzione da sole ma invece siano forum di farmaci online come BlueLight a diffondere consigli da parte dei consumatori di droghe su come usare la Loperamide per alleviare i sintomi di astinenza. Quello che sfugge però è la sfilza di effetti collaterali cariaci e neurologici che si accompagna a tale utilizzo e che, se non stiamo molto attenti, saranno destinati ad aumentare. Ecco perchè l’FDA si propone di voler intervenire sulla possibilità d’acquisto delle confezioni di Imodium, limitando il numero di compresse a quello previsto dalle raccomandazioni mediche, ovvero un massimo di 8 cpr. da 2 mg per chi non possiede la ricetta, oppure 16 cpr. per chi invece la ha. Le nuove linee guida sul packaging dell’Fda sono già state comunicate ai principali produttori del farmaco e alle piattaforme di vendita on-line con la richiesta di smettere di proporre le pericolose maxi-confezioni che incoraggerebbo l’uso scorretto di tali sostanze.

  • Clinical Review: Loperamide Toxicity. Wu PE, Juurlink DN.Ed. Elsevier. Annal of Emergency Medicine. 2017
  • Loperamide Induced Life Threatening Ventricular Arrhythmia. Ankit Upadhyay, Vjaykumar Bodar, Mohammad Malekzadegan, Sharanjit Singh, William Frumkin, Aditya Mangla, Kaushik Doshi; Case Report in Cardiology. 2017
  • Imodium (loperamide) for Over-the-Counter Use: Drug Safety Communication – FDA Limits Packaging To Encourage Safe Use.