Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Perché abbiamo i brividi di freddo e cosa possiamo fare

I brividi di freddo possono essere causati dall’ambiente in cui ci troviamo, oppure da sintomi influenzali con la presenza di febbre alta.

Molte persone presentano i brividi di freddo costanti senza una causa precisa, dal mattino fino alla sera, con sintomi come la pelle d’oca, sensazione di freddo costante e battito dei denti. Un causa dei brividi di freddo sono le contrazioni muscolari alternate al rilassamento e si manifestano quando il nostro fisico sta cercando in qualche modo di produrre calore, aumentando la temperatura interna del corpo, spesso si abbassa a causa degli ambienti molto freddi oppure per lo stress.

Se oltre alla presenza di brividi di freddo il malato manifesta elevata temperatura corporea, questo significa che nel corpo è presente una infezione. Insomma i brividi di freddo sono un sintomo di diversi malesseri e possono solo indicarne una possibile causa, ma non sono certamente una patologia vera e propria, per cui si deve andare a ricercare la causa, ma non preoccuparsi del sintomo in se stesso.

Brividi di freddo senza febbre cause

Le cause dei brividi di febbre presenti anche in assenza di febbre alta sono moltissimi, ora vediamo insieme quali:

  • cistite: la cistite è una malattia molto presente tra le donne ed in particolar modo nel periodo adolescenziale, quando il corpo subisce mutamenti a causa della crescita.
    Anche negli uomini si possono manifestare le cistiti ma in percentuale minore rispetto al sesso femminile.
    Se i brividi di freddo sono accompagnati da forti dolori durante la minzione, il malato è affetto da cistite, ma bisogna tenere presente che i brividi sono la conseguenza al problema e non il contrario.
  • Anemia: quando la presenza di emoglobina nel sangue è al di sotto dei parametri, ci troviamo di fronte ad un caso di anemia, ed un sintomo piuttosto comune sono i brividi di freddo senza febbre.
  • Abuso di farmaci: quando una persona fa uso di medicinale in quantità elevate, si possono manifestare, tra i primi sintomi collaterali, i brividi di freddo, che si accompagnano con spasmi muscolari, vomito e nausea.
  • Malnutrizione: quando il nostro corpo è carente di tutti i supporti necessari si parla di malnutrizione, che a sua volta si suddivide in cattiva alimentazione, indigestione, e mal assorbimento delle sostanze nutritive, che possono essere associate ad altre problematiche. Un fisico carente di vitamine, grassi, zuccheri, proteine e carboidrati, tende a manifestare brividi di freddo.
  • Ipoglicemia: si parla di ipoglicemia quando gli zuccheri presenti nel sangue sono carenti, e si manifesta tendenzialmente in soggetti affetti da diabete, dove i primi sintomi manifestati dal malato sono i brividi di freddo, palpitazioni, ansia, e prurito alla bocca.
  • Ipertiroidismo: la tiroide è una ghiandola che si trova nella nostra gola e serve al nostro organismo per regolare il metabolismo attraverso il rilascio ormonale. Questa malattia compare quando tale ghiandola non è più in grado di rilasciare ormone tiroideo sufficiente.Tendenzialmente le persone affette da questa malattia soffrono di più le basse temperature, oltre a registrare raffreddore perenne, ciclo mestruale abbondante, dolori alla muscolatura, carnagione pallida ed aumento del peso corporeo, e la presenza di brividi di freddo.

Come alleviare i sintomi

Chi soffre di brividi di freddo di natura diversa, deve eseguire delle semplici abitudini che possono aiutare a contrastare il problema.

Come prima cosa bere moltissima acqua e tisane calde, in modo tale da idratare in maniera costante il fisico e conservare più a lungo la giusta temperatura corporea.

Quando si manifestano i brividi di freddo bisogna coprirsi bene con coperte di lana ed abbigliamento pesante, oltre a fare un bagno caldo che aiuta ad allontanare mano mano i brividi di freddo.

Eseguire esercizio fisico ogni giorno: l’attività fisica è ideale per contrastare i brividi di freddo, perché attraverso il movimento il corpo si riscalda e mantiene il calore per diverso tempo anche una volta terminato, senza dover compiere grandi sforzi, anche grazie ad una semplice passeggiata.
Corretta alimentazione: un’alimentazione ricca di vitamina B e C aiuta a far diminuire i brividi di freddo, e consumare abitualmente verdure ed agrumi è il primo passo. Per tanto nella vostra dieta non devono mancare arance, kiwi, pomodori e spinaci.

Nel caso in cui questi semplici accorgimenti non riescono a scontrare i brividi di freddo e questi presentano in ugual misura, il paziente deve recarsi dal proprio medico di famiglia che valuterà la situazione.