Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Ciclotimia: cos’è, sintomi, cause e terapie

Cos’è la ciclotimia, come si manifesta, quali sono le cause, le complicazioni e come si cura.

Quando si parla di ciclotimia si fa riferimento ad un disturbo dell’umore che si manifesta con delle oscillazioni dal punto di vista emotivo, che possono portare il paziente in uno stati di decisa depressione oppure, in altri casi, ad uno stato di eccessiva felicità ed euforia. Ci sono diverse caratteristiche in comune tra la ciclotimia e il disturbo bipolare: in confronto al secondo, però, la ciclotimia si caratterizza per insorgere con dei sintomi decisamente meno intensi. Lo stato di depressione collegato a tale patologie è notevolmente meno grave in confronto a quello a cui è associato il disturbo bipolare, con degli stati di depressione “alti” e “bassi” che sono sempre moderati.

Sintomi

I sintomi della ciclotimia si caratterizzano per avere delle fasi notevolmente differenti tra loro. I sintomi più “alti” relativi a questa patologia sono rappresentati da episodi maniacali, come ad esempio stati di euforia ed eccitazione. Gli episodi di “bassi” si riferiscono a delle fasi di depressione di livello leggero-moderato. Si tratta di sintomi che sono tendenzialmente molto variabili. Gli episodi maniacali variano da un ottimismo estremo fino ad arrivare ad una felicità e un’euforia quasi insensate, oltre che un’autostima eccessiva e una parlantina molto più sviluppata rispetto al solito. Tra tali episodi si possono comprendere anche una ridotta esigenza di dormire, distrarsi facilmente, poca capacità di concentrarsi e di impegnarsi in qualcosa, pochissime e ridotte capacità di giudicare le situazioni e i comportamenti. Tra i vari episodi che si possono definire come depressivi possiamo trovare un’eccessiva tristezza, frequenti crisi di pianto, una forte irritabilità e una spiccata mancanza di interesse verso ogni attività o divertimento, aumento o perdita di peso, difficoltà a dormire, poca autostima, l’essere sempre irrequieti, una sensazione di stanchezza e fatica, diverse problematiche legate alla concentrazione e pensieri di togliersi la vita.

Cause

Per il momento gli studiosi non sono giunti ad una soluzione per quanto riguarda le cause scatenanti della ciclotimia. Esattamente come per diversi altri disturbi mentali, anche questo potrebbe derivare da diversi aspetti. Ad esempio, potrebbe avere origine da un carattere di ereditarietà, visto che questa patologia ha la tendenza a svilupparsi in ambito familiare; altrimenti la causa potrebbe derivare da processi biochimici del corpo, come ad esempio delle modifiche che intervengono nella chimica del cervello; infine, la causa che provoca la ciclotimia potrebbe essere legata ad un fattore ambientale.

Fattori di rischio

Si tratta di una patologia davvero molto rara e, al contempo, anche decisamente difficile da individuare tramite una diagnosi. Ecco spiegato il motivo per cui non si hanno delle stime esatte in riferimento al numero di persone che sono colpite da ciclotimia in tutto il mondo. Ad ogni modo, spesso la ciclotimia insorgere nel corso dell’adolescenza oppure in giovane età. Non ci sono particolari dati che evidenziano una disparità tra i sessi, dal momento che tale patologia va a colpire in egual numero sia donne che uomini.

Complicazioni

Nel caso in cui tale patologia non venga curata in maniera adeguata, ecco il paziente potrebbe dover affrontare delle complicanze piuttosto importanti. Si tratta dello sviluppo di problematiche emotive che possono rendere davvero dura la vita di tutti i giorni, una certa tendenza ad essere colpiti dal disturbo bipolare, consumare in maniera eccessiva alcol o sostanze stupefacenti, ma anche una grande facilità nell’incappare nei più classici dei disturbi legati all’ansia e allo stress.

Diagnosi

Nel caso in cui non venga curata, tale patologia è in grado di comportare dei problemi di natura emotiva che potrebbero anche compromettere la vita del paziente, provocando un disturbo bipolare. Il medico deve essere in grado di capire se il soggetta soffra di ciclotimia, di un disturbo bipolare, di uno stato depressivo oppure se la ragione dei sintomi è legata ad un’altra patologia. Ovviamente per poter raggiungere un minimo di certezza è fondamentale che vengano svolti anche diversi esami. Tra questi ultimi troviamo una visita medica completa, in maniera tale da poter capire i valori relativi alla pressione del sangue, ma anche all’ausculto del cuore e dei polmoni. Spesso viene richiesto anche un esame emocromocitometrico completo, senza dimenticare come venga accompagnato da vari test per la tiroide, così come altri esami del sangue specifici ed esame delle urine. Infine, per giungere ad una diagnosi precisa, non si può non passare attraverso una visita psicologica, in cui il medico proverà a svolgere un’indagine più approfondita sui vari sintomi manifestatisi nel soggetto.