Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come la dieta influenza il nostro benessere mentale

La dieta può influenzare il nostro benessere mentale: ecco come avviene tale processo e quali sono gli alimenti consigliati.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Viviana Pisaniello

La depressione? Come noto ha molte origini, ma una caratteristica: è una malattia del cervello, e i ricercatori hanno scoperto che adeguate sostanze nutritive sono un buon toccasana per poter prevenire e trattare la depressione.

Insomma, in futuro è possibile che i pazienti che vivono in condizioni di depressione possano non solamente essere indirizzati verso un terapeuta, quanto anche ad un nutrizionista. Da tempo si è capito che frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre e non lavorate sono gli alimenti migliori per la nostra dieta quotidiana, ma solo negli ultimi 10 anni circa, gli studi hanno iniziato a dimostrare che un’alimentazione sana influisce non solo sulla nostra salute fisica, ma anche sulla nostra salute mentale. E, di contro, un’alimentazione non sana – con alte dosi di grassi nocivi, zuccheri e cibi lavorati e raffinati – aumenta il rischio di depressione, soprattutto nei bambini e negli adolescenti, perché priva il cervello dei nutrienti di cui ha bisogno, e alleva batteri cattivi nell’intestino, che hanno un impatto sulla nostra salute fisica e mentale.

Partendo da tale spunto, uno studio condotto dall’epidemiologo Felice Jacka della Deakin University in Australia, ha cercato di misurare l’impatto terapeutico di una dieta sana. Lo studio ha osservato l’evoluzione di 67 soggetti affetti da depressione, alcuni dei quali stavano ricevendo psicoterapia, alcuni dei quali stavano assumendo antidepressivi e alcuni che erano in grado di seguire entrambe le strade.

A metà è stata data una consulenza nutrizionale, mentre l’altra metà ha ricevuto un sostegno sociale individuale, con qualcuno che si impegnava a tenerli compagnia e a coinvolgerli in attività sociali. Dopo 12 settimane, il gruppo che ha cambiato la propria dieta si è sentito significativamente più felice del gruppo che ha ricevuto un’ulteriore compagnia. Lo studio è stato pubblicato nel gennaio 2017 su BMC Medicine.

Stando al il Prof. Jacka,

diete che contengono un più elevato livello di alimenti vegetali, forme sane di proteine e grassi sono costantemente associate a migliori risultati in termini di salute mentale. Queste diete sono anche ad alto contenuto di fibre, il che è essenziale per l’intestino microbiota. Stiamo comprendendo sempre più che l’intestino è davvero il motore della salute, compresa la salute mentale, quindi è molto importante mantenere alto l’apporto di fibre attraverso il consumo di cibi vegetali.

Un secondo studio dell’Università di Costanza in Germania ha tratto conclusioni simili, scoprendo che il consumo di verdure ha portato ad un livello di felicità nel tempo superiore a quello che lo zucchero o il cibo nocivo inducevano nel momento. In uno studio su 14 diverse categorie alimentari, mangiare verdure “ha contribuito in misura maggiore alla felicità alimentare”, misurata in otto giorni. E, in media, i dolci fornivano solo “felicità alimentare indotta” rispetto a una dieta sana in generale. “Così, i risultati confermano l’idea che il consumo di frutta e verdura ha effetti benefici su diversi indicatori di benessere, come la felicità o la soddisfazione generale della vita, in un’ampia gamma di periodi di tempo”, scrive il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Costanza.

Quindi, cosa dovremmo mangiare? La ricerca suggerisce una dieta mediterranea composta da frutta, verdura, olio extravergine di oliva, yogurt e formaggio, noci, cereali integrali, frutti di mare e carne rossa magra, e di eliminare gli alimenti fritti e trasformati.

Fonte

  • Healthy Food Makes You Happy: Research Shows A Healthy Diet Improves Your Mental Health – Forbes