Condilomi acuminati: le cause e i trattamenti per le verruche genitali

Note più comunemente come verruche genitali, i condilomi acuminati sono una delle più diffuse infezioni a trasmissione sessuale.

È una malattia a contatto sessuale. Viene trasmessa da una persona infetta dal virus del papilloma umano ed è, in genere, di origine benigna. Molti sottotipi delle verruche genitali, però, sono propensi al mutamento in una condizione cancerosa.

Come abbiamo potuto osservare nel paragrafo precedente, i condilomi acuminati sono causati da vari tipi di papilloma che infettano gli strati superiori della pelle. Sono oltre centinaia le tipologie di HPV che possono essere causa di verruche, ma solo un numero limitato di ceppi è portatore del tipo genitale.

Queste sono altamente contagiose e si passano attraverso l’atto sessuale. Oltre il 65 per cento delle persone svilupperà i condilomi acuminati dopo il rapporto. A oggi, infatti, si stima che sono circa 14 milioni le persone infette ogni anno.

Le verruche genitali appaiono di solito tre mesi dopo l’infezione. Tuttavia, alcuni soggetti non sviluppano sintomi per molti anni a seguire.

Quali sono i fattori di rischio?

  • rapporti sessuali non protetti
  • sesso orale
  • rapporti sessuali in giovane età
  • condizioni di stress
  • infezioni virali in corso (herpes).

Il trattamento

Il trattamento
credit: stock.adobe.com

Le cure possono essere effettuate soltanto nel caso i condilomi acuminati siano visibili. Il tipo di trattamento dipende dalla posizione delle verruche, da quante sono e dalla loro tipologia.

La cura ha lo scopo di sbarazzarsi delle verruche visibili e di ridurre il numero dei virus presenti. Infatti, se la quantità dei virus può essere diminuita, il sistema immunitario ha migliori possibilità di combatterli da sé.

Ma in che cosa consistono le cure contro i condilomi acuminati?

  • farmaci topici: crema da applicare direttamente sulle verruche per un paio di giorni ogni settimana.
  • crioterapia: congelamento delle verruche attraverso azoto liquido.
  • elettrocauterizzazione: processo da effettuare in laboratorio che consiste nell’utilizzare della corrente elettrica per rompere la verruca.
  • chirurgia: la verruca verrà recisa per mezzo di un intervento ad anestesia locale.

Non è raro che i medici optano per utilizzare più di un trattamento allo stesso tempo. Non stiamo, infatti, parlando di interventi dolorosi e l’unica controindicazione che potrebbe svilupparsi è una sorta di irritazione che sparirà da sola in uno massimo due giorni.

In alcuni casi, il medico potrà prescrivere alcuni antidolorifici da prendere dopo il trattamento, seguendo le indicazioni del professionista.

Molte persone, infine, trovano conforto nell’immergersi in una vasca di acqua calda. Anche i medici consigliano di stare in ammollo nell’acqua tiepida quando il fastidio si fa sentire, ma ricordano di asciugare completamente la zona interessata una volta usciti dalla vasca.

Assolutamente vietati oli da bagno, saponi o creme fino a quando la cura non è stata completata.

Per concludere, i condilomi acuminati di solito vanno via da soli, anche se non vengono trattati. A volte, però, aumentano di volume e si moltiplicano, provocando sensazioni di forte disagio e fastidi. Infatti, gli esperti confermano che le verruche genitali non sono nocive per la salute della persona infetta, ma possono farla sentire a disagio e non attraente dal punto di vista fisico e sessuale.

Inoltre, curare le vesciche veneree riduce in maniera notevole il rischio di trasmissione a un’altra persona.

Vogliamo ricordare, tuttavia, che i trattamenti per le verruche comuni non sono indicati per i condilomi acuminati. Attenersi, perciò, soltanto a ciò che dice il medico e non utilizzare prodotti fai da te.

Fonti e bibliografie

  • Genital Warts. American Academy of Dermatology; 2004
  • Why Human Papillomavirus Acute Infections Matter. Alizon S, Murall CL, Bravo IG; 2017
  • Malattie infettive. G.Borgia, G. Angarano, E. Concia, G. Tosone; Ed. Idelson-Gnocchi; 2015

Leggi anche

Cifosi dorsale: curvatura fisiologica o patologia?

La cifosi dorsale è la normale e sana curvatura della colonna vertebrale. Essa può essere soggetta a una struttura anomala, che determina uno stato...

Bruscandoli, i germogli del luppolo, salutari e molto buoni da cucinare

I bruscandoli sono i germogli del luppolo selvatico, ovvero erbe che crescono spontaneamente e che vengono molto impiegate anche in cucina.

Gruppo carbonilico, le unioni chimiche che legano ossigeno e carbonio

Un gruppo carbonilico detto anche carbonile in chimica organica, è un gruppo funzionale costituito da un solo atomo di carbonio ed uno di ossigeno ovvero C=O. Il C e O sono ibridati sp2, il C è legato ai due gruppi di ossigeno mediante tre legami σ che sono disposti su un piano a circa 120 ° l’uno dall’altro.

recenti

Cetirizina: il farmaco migliore per curare la rinite allergica

La cetirizina si caratterizza per essere un farmaco antistaminico di seconda generazione. Si tratta di un antagonista dei recettori H1. Tra le sue principali...

Ipertiroidismo: cause e sintomi

Si parla di ipertiroidismo quando la tiroide lavora più del dovuto. E' una condizione patologica e deve essere trattata perché la ghiandola tiroidea sta secernendo più ormoni a causa di una sintesi aumentata.

Esofago di Barrett, un cambiamento cellulare che può determinare metaplasia

L’esofago di Barrett è un cambiamento anomalo delle cellule presenti nella parte inferiore dell’esofago, che determinano la metaplasia.