Novadien, indicazioni per la pillola anticoncezionale

296
Novadien

Il Novadien è un farmaco contraccettivo che si somministra per via orale e viene utilizzato dalle donne per prevenire una gravidanza. Tale pillola contraccettiva grazie agli ormoni presenti in essa, è in grado di proteggere dalla gravidanza in tre modi:

  • Gli ormoni impediscono all’ovaio di rilasciare l’ovulo ogni mese
  • Gli ormoni rendono il fluido presente nel collo dell’utero più denso, in maniera tale da impedire agli spermatozoi di raggiungere l’ovulo
  • Gli ormoni alterano il rivestimento dell’utero, in modo tale da ridurre le probabilità che esso possa accogliere un ovulo fecondato

Precauzioni

Il Novadien come del resto tutti farmaci, non deve essere somministrato in casi di particolari condizioni cliniche e prima della somministrazione, bisogna essere al corrente di determinate informazioni utili. Prima della somministrazione di tale farmaco, bisogna leggere attentamente tutte le informazioni che riguardano i coaguli sanguigni presenti nel secondo paragrafo del foglietto illustrativo che si trova all’interno della confezione. È molto importante leggere e comprendere tutti i sintomi di un coagulo sanguigno, ed ora vi descriveremo i casi in cui tale farmaco non deve essere somministrato e dov’è che la sua efficacia potrebbe ridursi.

Anticipiamo che in tutti questi casi, non si devono avere rapporti sessuali non protetti oppure si devono utilizzare contraccettivi aggiuntivi come profilattici o ulteriori metodi di barriera, durante il rapporto, per assicurare l’efficacia della contraccezione. Sconsigliamo di evitare il metodo del calendario oppure della misurazione della temperatura corporea una volta risvegliati al mattino, perché i contraccettivi orali possono in qualche modo influenzare la temperatura ed il cambiamento del ciclo mestruale e della composizione del muco presente nel collo dell’utero. Ricordiamo inoltre, che il metodo di contraccezione orale, non protegge dal rischio di contrazioni di malattie che si trasmettono sessualmente come L’HIV, ma che solo i preservativi possono coprire da tale trasmissione.

Novadien precauzioni

Novadien: controindicazioni

Non bisogna utilizzare Novadien in presenza di una o più di una delle condizioni che ora andremo ad elencare:

  • Se ha avuto o ha attualmente un coagulo di sangue in un vaso della gamba, oppure del polmone o in altri organi.
  • Se si è al corrente di avere un disturbo che colpisce la coagulazione del sangue, come la carenza della vitamina C, oppure della proteina S o di antitrombinaIII o anticorpi antifosfolipidi.
  • Prima di sottoporsi ad una operazione o quando si è costretti a stare per un lungo periodo al letto
  • Se ha avuto disturbi cardiaci o ictus
  • Se ha avuto angina pectoris
  • Se ha una delle seguenti patologie: diabete in forma grave con la presenza di lesioni dei vasi sanguigni, pressione sanguigna elevata, colesterolo e trigliceridi nel sangue ed in presenza di ipermocisteinemia
  • In presenza di emicrania con aura
  • In presenza di allergia al dienogest o di altri componenti presenti nel farmaco
  • Se fa uso di tabacco
  • In presenza di gravi malattie epatiche
  • In presenza di tumore al fegato
  • Se ha avuto o se sospetta un carcinoma al seno o agli organi genitali come il carcinoma ovarico o della cervice o dell’utero
  • In presenza di sanguinamento vaginale inspiegabile
  • In presenza di infiammazione attuale del pancreas o se in passato si è sofferto di pancreatite

Novadien controindicazioni

In presenza di una o più di una di queste condizioni cliniche che abbiamo elencato, la pillola Novadien non deve essere somministrata, ed in caso di effetti indesiderati descritti nel foglietto illustrativo o differenti da questi, bisogna interrompere in maniera tempestiva il trattamento, ed utilizzare un contraccettivo non ormonale.

Durante i primi mesi della cura farmacologica a base di Novadien, si possono manifestare perdite di sangue e se tali perdite vanno oltre i primi mesi del trattamento, bisogna rivolgersi al proprio medico curante o ginecologo e capire quale sia la causa. Una volta iniziata tale cura, è probabile che il ginecologo possa richiede alla paziente ulteriori visite di monitoraggio per controllare lo stato di salute.