Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Piantaggine: proprietà e rimedi naturali

Che cosa è la piantaggine, quali sono le sue proprietà e perchè può essere usato per il nostro benessere.

La piantaggine è una pianta perenne, raccoglibile in qualsiasi momento dell’anno e utilizzabile come rimedio naturale per una lunga serie di problemi, e come ingrediente in cucina per la preparazione di alimenti. Molto diffusa in Italia (spesso la si trova spontaneamente sui prati, in campagna, in collina e in montagna), è consigliabile raccogliere quella che sorge in luoghi il più puri possibili, lontani dall’inquinamento (pertanto, nonostante possa sorgere anche in piena città, meglio affidarsi a quella di campagna o di montagna). Se preferite, potete acquistarla direttamente in erboristeria, in forma essiccata, e utilizzarla come rimedio naturale pronto all’uso.

Proprietà naturali

Sono numerose le proprietà naturali della piantaggine, oramai da tempo documentate. Tra i suoi benefici principali, si può ricondurre certamente una valida capacità astringente e antinfiammatoria, oltre che antianemica. Questa pianta ha inoltre la capacità di bloccare le emorragie e favorire la guarigione delle ferite grazie alle mucillagini che sono presenti in buona quantità nelle sue foglie. Grazie alla proprietà antinfiammatoria dei suoi componenti, la piantaggine può altresì essere fruita per poter prevenire e poter trattare con efficacia il raffreddore e i malanni invernali.

Utilizzi alimentari della piantagine

Oltre che per poter sfruttare le sue tante proprietà naturali, la piantaggine può altresì essere utilizzata in cucina, cruda o cotta. La parte più prelibata è quella delle foglie, da scegliersi tra le più tenere per poter arricchire di sapore e di benefici le proprie insalate: è per questo motivo che di norma la piantaggine viene utilizzata insieme ad altre erbe commestibili, anche come elemento protagonista del ripieno di torte salate, fagottini, ravioli, farinate e frittate. È inoltre una pianta utile per poter dare un tocco di colore ai propri piatti: le foglie tendono infatti a tingere di verde le pietanze con cui vengono in contatto e, dunque, vengono a volte utilizzate per poter colorare di verde la pasta fresca fatta in casa. Non è escluso che si possa mangiare anche cruda, in alternativa a quella cotta. Infine, è possibile utilizzare la piantaggine per preparare una salsa o un pesto alle erbe, da utilizzare come condimento dei vostri piatti, eventualmente abbinando la piantaggine con altre erbe selvatiche come le ortiche, il tarassaco e l’alchemilla.

Proprietà naturali della piantaggine

Utilizzi della piantaggine come rimedio naturale

Ad ogni modo, soprattutto ai fini del nostro odierno approfondimento, non possiamo non ricordare come la piantaggine sia utilizzata più frequentemente come pianta officinale e come rimedio naturale per alcuni malanni di stagione come il raffreddore, o ancora nelle ipotesi di infiammazioni e di anemia. Viene inoltre considerata un rimedio naturale utile per poter trattare le emorroidi e le malattie dell’apparato respiratorio. In erboristeria non sono rari i medicinali che puntano sulla piantaggine come componente fondamentale per poter rimediare alla congiuntivite e alle infiammazioni delle palpebre, o ancora come sostanza per poter contrastare problemi di natura respiratoria, grazie alle sue proprietà espettoranti. Si può a tal fine utilizzare anche sotto forma di infuso o decotto, per poter trovare sollievo in caso di tosse. È per lo stesso motivo che la piantaggine è spesso ingrediente utilizzato per preparare sciroppi per calmare la tosse e per sciogliere il catarro.

Non mancano infine gli utilizzi della piantaggine per uso esterno: ha proprietà, infatti, cicatrizzanti, lenitive e disarrossanti. Può essere efficacemente utilizzata nelle ipotesi di prurito cutaneo, dermatosi, acne rosacea, infiammazioni e piccole lesioni della pelle, punture di insetti.

Avvertenze

Come qualsiasi pianta, anche l’utilizzo della piantaggine non dovrà comunque essere eccessivamente superficiale. Meglio pertanto cercare di condividere con il proprio medico il da farsi, ponderando l’utilità della piantaggine con eventuali alternative. Inoltre, bene ricordare che il polline della piantaggine possa determinare delle allergie, mentre sono le foglie di questa pianta ad avere proprietà antiallergiche. Al di là di ciò, è tuttavia bene segnalare come la piantaggine sia oggi considerabile una pianta officinale molto sicura, utile per le applicazioni sia per gli adulti che per i bambini.

Per maggiori informazioni sulla piantaggine, sui suoi utilizzi e sulle eventuali controindicazioni, vi consigliamo di parlarne con il vostro medico o con l’erborista, e valutare insieme quali possano essere le migliori opportunità di fruizione per questa utile pianta.