Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Home La rubrica della Dr.ssa Roberta Gammella

La rubrica della Dr.ssa Roberta Gammella

Commozione cerebrale: le cause e le terapie

La commozione cerebrale, spesso utilizzata come sinonimo di trauma cranico minore o trauma cranico lieve, definisce in realtà una vera e propria entità fisiopatologica...

Allarme Loperamide (Imodium) : da farmaco anti-diarroico a “il metadone dei...

Allarme Loperamide
La loperamide, farmaco commercialmente conosciuto come Imodium, è uno degli anti-diarroici più conosciuti e commercializzati. La sua funzione si esplica legandosi ai recettori degli...

Uso delle statine a livelli normali di colesterolo: i benefici della...

colesterolo
L'uso delle statine a livelli normali di colesterolo è utile? Ecco quali sono i benefici della prevenzione primaria su alcuni pazienti.

Iperprolattinemia (prolattina alta): quando c’è da preoccuparsi

Iperprolattinemia
Si tratta di uno stato fisiologico, causato da un un eccessivo livello di prolattina nel sangue. L'iperprolattinemia è riscontrabile, nella maggior parte dei casi, nelle donne.

I Superfood? Non aspettiamoci miracoli.

Superfood
“Nulla si ottiene senza sacrificio e senza coraggio” diceva Mahatma Gandhi; e pensare che, scegliere di consumare specifici alimenti al posto di altri, possa...

Depurarsi mangiando, siamo quello che mangiamo: Cibi invernali da non sottovalutare.

Depurarsi mangiando
Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo.

Boom di integratori alimentari naturali in sostituzione alle statine per il...

Colesterolo
Che cosa sono gli integratori alimentari naturali e come possono essere utilizzabili per poter controllare l'ipercolesterolemia.

Da febbraio il prezzo di più di 800 farmaci rincara.

aumento del prezzo dei farmaci
Quasi 1 euro in più su molti medicinali di fascia C. Federfarma chiarisce i dubbi.

Un’analisi del sangue può smascherare l’Alzheimer.

Alzheimer
Scoperta una proteina, rinvenibile mediante un semplice esame del sangue, che anticiperebbe di anni l’insorgenza dell’Alzheimer